donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

LA PARTITA PIÙ INSIDIOSA DI TUTTE

Origi con il suo gol nel recupero decise l’ultimo derby

Il Liverpool non ha tempo per gioire della “manita” rifilata al Watford nel turno infrasettimanale che già deve pensare ad una nuova giornata di campionato. Ad attendere i Reds c’è il derby del Merseyside contro l’Everton. Una sfida che nasconde molte insidie, nonostante il distacco in classifica tra le due formazioni e la recente tradizione favorevole al Liverpool. I Reds infatti vantano ben 33 punti di vantaggio sui cugini dell’Everton e non perdono una sfida contro di loro dal 17 ottobre 2010, quando i Toffees si sono imposti per 2-0 grazie alle reti messe a segno da Cahill e Arteta. Da allora sono andate in scena 18 sfide tra campionato e coppe, di cui 9 vinte dal Liverpool e 9 finite in parità. Proprio questi nove pareggi non devono far stare tranquillo Klopp, dato che in più occasioni hanno tolto al Liverpool punti importanti per i suoi obiettivi. Inoltre, contro i Reds l’Everton gioca sempre la partita della vita, mettendo in campo grande aggressività e organizzazione difensiva. Servirà dunque il miglior Liverpool per vincere il derby e i segnali positivi non mancano. Contro il Watford si è rivista la macchina da gol e spettacolo ammirata soprattutto nel mese di dicembre. Importante il ritorno a pieno regime di Alexander-Arnold – autore di tre assist vincenti -, così come l’ennesima prova convincente fornita nel 2019 da Mané – due volte in gol – e la conferma che Origi si fa trovare pronto ogni volta che viene chiamato in causa.

Sadio Manè al momento il più in forma dei nostri attaccanti

 

Rispetto alla formazione che ha spazzato via il Watford, non dovrebbero esserci troppi cambiamenti. A centrocampo Henderson e Keita – entrati a gara in corso mercoledì – scalpitano per tornare a giocare dall’inizio. La novità più importante dovrebbe essere in avanti, con Firmino pronto a scendere in campo dopo un turno di stop per l’infortunio alla caviglia rimediato nel corso della sfida contro il Manchester United. Il brasiliano giocherebbe al posto di Origi: un’arma interessante anche a gara in corso come nel derby d’andata, quando ha realizzato il gol della vittoria a pochi minuti dalla fine. Al di là di uomini e sistemi di gioco, domenica al Goodison Park il Liverpool dovrà scendere in campo con la massima determinazione possibile. Quella voglia di conquistare la vittoria fino all’ultimo istante della gara, per scardinare l’arcigna difesa dell’Everton e regalare ai Toffees l’ennesima delusione di questi anni.

di Paolo Lora Lamia

Comments

comments