donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

IMBRUTTITI MA IMBATTUTI.

Salah segna la rete dell’1-0, sotto la traveling Kop.

 

Dopo la pausa per la sosta internazionale, torna la Premier League e tornano i Reds, finalmente. Come spesso accade, le nazionali non ci portano buone notizie e Klopp si ritrova costretto a fronteggiare una situazione di quasi emergenza ad inizio settimana, visti gli infortuni di Van Dijk (problema alla costola), Salah(affaticamento muscolare), Manè(frattura del pollice), Milner(infortunio muscolare) e Keita(stiramento alla coscia). Per il tea time kick off del sabato c’è una partita al John Smith’s Stadium contro l’Huddersfield di David Wagner, il testimone di nozze di Jurgen Klopp e suo ex compagno di squadra, due uomini che si stimano sono stimati dalle loro tifoserie per il calcio che propongono. Klopp riesce a recuperare Milner, Van Dijk e Salah in extremis e questo gli permette comunque di avere a disposizione una rosa molto competitiva, che nelle ultime gare giocate in tutte le competizioni sta variando diverse volte. Fa il suo ritorno in prima squadra anche Adam Lallana, dopo un lungo stop, che offre al Liverpool un’opzione in più per la partita, ma soprattutto per il prosieguo del campionato. I reds scendono in campo con una formazione, ancora, piuttosto rinnovata, con Gomez, Lovren Van Dijk e Robertson in difesa, Henderson, Milner e Lallana a centrocampo e il tridente offensivo composto da Salah, Sturridge, e Shaqiri. Il Liverpool parte bene e inizia a padroneggiare in mezzo al campo, ma l’Huddersfiled non si fa sorprendere nei primi minuti e riesce a resistere, ma solo fino al minuto 24, quando Shaqiri si inventa una giocata in verticale per Salah che incrocia di destro e batte Lossl per il gol del vantaggio dei Reds, sotto la traveling Kop. Torna dunque a segnare Momo (quarta rete stagionale) dopo un avvio di campionato non perfetto da parte del nostro Re Egiziano. Da questo momento però, il Liverpool non riesce più ad essere incisivo in avanti e perde banalmente molti palloni a centrocampo, segno anche di chiara stanchezza e accenni di distrazioni che non ci si più permettere contro alcun avversario.

Klopp e Wagner, testimoni di nozze ma avversari sul campo.

L’Huddersfield cresce nel corso della partita e colpisce un palo su una violentissima conclusione di Hogg dai 30m, e reclama un rigore, piuttosto netto, per un fallo di mano di Milner intorno allo scadere del primo tempo. La ripresa non è migliore da parte del Liverpool e i padroni di casa riescono a mettere spesso paura alla difesa con qualche incursione laterale, dalla quale nasce una clamorosa palla gol sui piedi Mounie, che sfrutta due lisci dei nostri difensori e spara in tribuna. Qualche tocco di troppo, qualche giocatina fuori luogo e diversi passaggi sbagliati, non ci allontanano però dal conquistare la settima vittoria stagionale, che ci fa rimanere imbattuti e soprattutto ci tiene in testa alla classifica, a pari punti con il Manchester City. Klopp, nel post partita, ha dichiarato di non essere soddisfatto del livello di gioco espresso, ma che il risultato, d’altronde, conta più di tutto e che i giocatori se lo sono meritato. Tocca svegliarsi un po’ la davanti, tenere altissima la concentrazione e stare di più sul pezzo per continuare a sognare e a vincere, per lottare fino all’ultimo secondo del campionato, anche soffrendo, senza regalare punti banalmente. Intanto ci godiamo questa vittoria, questo clean sheet (sesto in stagione) e questa classifica, nella speranza di ritrovare fiducia in campo e l’esplosività che ci appartiene. On to the next game! YNWA

di Aldo Meola

Comments

comments