donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Finalmente un Liverpool pratico.

Il ritorno di Van Dijk è stato suggellato con un ottima prestazione

Il ritorno di Van Dijk è stato suggellato con un ottima prestazione

Il Liverpool batte il Southampton e approfitta della sconfitta dello United in casa del Newcastle per portarsi a -2 dal secondo posto in classifica. Inoltre stacca il Chelsea che, anche in caso di vittoria, come prevedibile, nello scontro di domani col WBA, resterebbe sotto di un punto in classifica. Quando, con le squadre ancora in campo per il riscaldamento, arriva la notizia della sconfitta del Manchester United (Thank’s Rafa!), l’ambiente tra i tifosi si è subito scaldato. Quello che i tifosi chiedevano era di entrare in campo con la voglia di bruciare l’erba e portare a casa l’intero bottino. Bè, i nostri ragazzi hanno fatto in pieno il loro dovere stasera, giocando da squadra matura e cinica (almeno nel primo tempo). Nei primi minuti c’è da dire che i Reds avevano un uomo in più e il suo nome risponde all’ex laziale Hoedt. Il centrale di Pellegrino prima manda quasi in porta Firmino e poi buca clamorosamente l’intervento permettendo a Salah di puntare Stephens e servire al nostro numero 9 il più comodo degli assist. Sinistro e gol di Bobby che ci ha regalato un vantaggio importantissimo. Forse nessuna squadra come noi ha necessità di sbloccare l’incontro il più in fretta possibile e i ragazzi ne giovano.

Firmino realizza la prima rete

Firmino realizza la prima rete

La reazione dei Saints arriva; dobbiamo ringraziare nuovamente un ottimo Karius, autore di alcune parate fondamentali per mantenere il vantaggio attorno alla metà del primo tempo. Il portiere tedesco riesce a mettere una pezza ad alcuni errori difensivi, con Robertson un po’assente in fase di chiusura. Passata la tempesta, con il Liverpool che difende molto ordinato, arriva il gol del raddoppio, a 5 minuti dalla fine del primo tempo, che taglia decisamente le gambe ai nostri avversari. Stavolta a segnarlo è Salah, ma gran parte del merito va a una genialata col tacco di Firmino, che ricambia il favore e da quel pizzico di magia alla giocata che ci rimarrà impressa in mente per molto tempo. Il Southampton si spegne definitivamente. Il secondo tempo è quasi noioso, cosa che a vedere il Liverpool non succede praticamente mai. Gli 11 in campo sanno che alle porte c’è un’importantissima partita contro il Porto e, vista la riluttanza di Klopp ad attuare il turnover, gestiscono il ritmo e le proprie forze. I padroni di casa non ci credono nemmeno più ed il secondo tempo di Karius è pari a quello di uno spettatore. La linea difensiva non corre particolari rischi e il centrocampo riesce a modulare i tempi a proprio piacimento per tutta la seconda parte di casa. Le occasioni migliori per andare a segno sono ancora per i Reds, ma il cinismo mostrato nel primo tempo non si ripete e la partita si chiude sul punteggio di 2-0.

Il raddoppio di Salah

Una di quelle partite che abbiamo bisogno di giocare più spesso; vittoria e gestione delle energie sono alla base di una squadra che vuole puntare a qualcosa di importante nel proprio futuro. Sarà mancata l’adrenalina del match contro il Tottenham, ma oggi portiamo a casa due punti in più, che fanno più che bene alla classifica. Ora testa al Porto per coltivare il sogno Champions, con la consapevolezza che per il secondo posto ci siamo e siamo estremamente vivi!

di Luciano Gurioli

Comments

comments