donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

DON’T STOP US NOW


Finalmente in Salah abbiamo rivisto quella luce negli occhi

E’arrivato anche quest’anno il Boxing Day di Premier League. Una tradizione affascinante che porta i tifosi a riempire gli stadi o, per chi è lontano, a rimanere incollati alla televisione. Esattamente quello che faremo noi in questa giornata speciale, con l’adrenalina a milla dopo un inizio letteralmente esplosivo di stagione da parte dei nostri Reds. Dunque, dopo il Natale appena trascorso con le nostre famiglie, ora è il momento di dedicarci come sempre, come ci piace fare, all’altra nostra grandissima famiglia. Il Liverpool arriva a questo appuntamento in condizioni strepitose: primo posto in classifica, con 4 punti di vantaggio sul Manchester City, unica squadra ancora imbattuta, miglior difesa del campionato e un andamento da sogno. Dopo la sconfitta di Parigi in Champions League di fine Novembre, che ha segnato forse l’unico vero momento di difficoltà di questo inizio stagione, la banda di Klopp sta vivendo un Dicembre da favola. Sei vittorie in altrettante partite, a cominciare dal derby contro l’Everton che ci sono valsi il sorpasso e il mini allungo in campionato, ma anche il passaggio del turno in Europa. I Reds vantano (e chi lo avrebbe immaginato un anno fa) la miglior difesa continentale, con solo 7 gol subiti in 18 giornate, frutto di 11 clean-sheet e restano, insieme alla Juventus, l’unica squadra a non aver ancora assaporato la sconfitta. 

VVD sempre più il nostro condottiero

Cammino entusiasmante che, però, non permette cali di concentrazione, come successo nelle trasferte di Champions, perchè dietro c’è sempre la favorita per la conquista finale del torneo. Quel Manchester City che affronteremo tra una settimana all’Etihad. L’avversario di oggi è il Newcastle di Rafa Benitez, squadra in grossa difficoltà fin dall’inizio dell’anno. I Magpies, infatti, occupano momentaneamente la 15°posizione in classifica con 17 punti; solo 5 in più del Burnley terzultimo. L’impressione è quella che Rafa stia già facendo il massimo con la rosa che ha a disposizione e i problemi a livello societario, ma è fondamentale che i nostri ragazzi non sottovalutino l’impegno. Partite come questa possono avere un peso specifico maggiore di quello che potrebbe apparentemente sembrare nell’economia di un campionato così lungo. Per cui, oggi come sempre, vietato sbagliare. L’approccio sarà fondamentale, anche perchè il Newcastle non avrà sicuramente grosse garanzie a livello realizzativo (solo 14 gol messi a segno finora), ma in fase difensiva appaiono discretamente organizzati e non concedono molto agli avversari. I bianconeri hanno segnato più di un gol solo in 3 occasioni quest’anno, ma restano comunque la 7°difesa del campionato, decisamente meglio di squadre come Arsenal e Manchester United per esempio. Benitez usualmente schiera i suoi con un 4-4-2 molto ordinato e ben disposto in campo, ma è capace anche di presentare una linea a 5 nel reparto arretrato, lasciando in avanti una sola punta. La fase di contenimento tende ad essere sempre la priorità, con una linea difensiva comandata dal giovanissimo capitano Lascelles. Il centrocampo vede tre giocatori quasi imprescindibili quali Diamè, Ki e il velocissimo Atsu. Problemi per il manager spagnolo, visto che Ki non potrà essere della partita perchè impegnato con la sua nazionale e Shelvej non è ancora ristabilito. Le uniche incognite sembrano essere riguardanti l’approccio offensivo che lo spagnolo vuole dare alla sua squadra. In caso di partita contenitiva potrebbe optare per Rondon come unica punta, altrimenti potrebbe affiancargli Ayoze Perez. Da vedere anche la scelta per le fasce; oltre al sopracitato Atsu, Benitez ruota, a seconda della necessità, Ritchie o Kenedy sul lato opposto.

Klopp sorride ma sa benissimo che nessuna partita è da sottovalutare.

Detto questo il Liverpool dovrà semplicemente continuare sul percorso intrapreso se vuole continuare a coltivare questo sogno chiamato Premier League. Nel match di oggi è pronosticabile del turnover visti gli importanti impegni a cavallo del nuovo anno contro Arsenal e, appunto, City. Indisponibili Gomez, Matip e Oxlade-Chamberlain (rivisto dopo 8 mesi a correre in campo!), rientra a disposizione Alexander-Arnold dopo aver fatto il tifoso nella trasferta del Molineaux. Massimo rispetto per i Magpies, in particolare per l’amato ex Rafa Benitez, ma oggi a noi serviranno solo i 3 punti!

Let’s go Reds!!

di Luciano Cesc Gurioli

Comments

comments