donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Di nuovo in carreggiata

 

Ad Anfield tornano i sorrisi

 

Dopo le opache prestazioni contro Leicester e West Ham, il Liverpool ospita il Bournemouth di Eddie Howe per riprendersi la testa della classifica. Tra le fila dei Reds due ritorni importanti, quello di Wijnaldum che parte titolare accanto a Fabinho e Keita, e quello di Alexander-Arnold che però si accomoda in panchina. Negli ospiti assenti Brooks e il bomber Wilson, i pericoli principali sono rappresentati da Fraser e King. Si rivede anche un volto familiare da queste parti, quello di Jordon Ibe.

Gli uomini di Klopp sanno che oggi devono arrivare tassativamente i tre punti, ma sono gli ospiti ad avere la prima occasione dopo appena un minuto con Fraser, Alisson deve impegnarsi ma sventa il pericolo. Il Liverpool comincia pian piano a macinare gioco e si fa vedere dalle parti di Boruc, prima con Salah al 10′ che ci prova con un tiro da fuori, poi con Firmino da posizione defilata dopo una buona intesa con Manè, ma il portiere polacco non si fa sorprendere. Al 24′ il risultato si sblocca: sugli sviluppi di un calcio d’angolo il pallone viene inizialmente allontanato, ma Milner ha una seconda opportunità di crossare in mezzo, dove stavolta l’incornata perentoria di Manè lascia secco Boruc e fa 1-0. Tre minuti dopo Salah ha l’occasione di raddoppiare dopo una ripartenza fulminante gestita da Firmino e Wijnaldum, ma cicca clamorosamente la conclusione. Poco male, perchè al 33′ Wijnaldum si presenta in area imbeccato da un ottimo lancio di Robertson, e scavalca Boruc con un pallonetto perfetto. È 2-0 e sugli spalti la tensione si dirada, questo è il Liverpool che conosciamo. Prima dell’intervallo c’è spazio per un altro tentativo di Salah, ma Boruc salva in tuffo il gran tiro al volo dell’egiziano.

Comincia la ripresa e il copione non cambia, anzi. Passano due minuti, Keita lancia Firmino in profondità, tacco delizioso del brasiliano per l’accorrente Salah, che stavolta la piazza nell’angolo lontano dove Boruc non può arrivare: 3-0, grandi sorrisi e tre punti ormai in ghiaccio. Il Liverpool però si diverte e non vuole fermarsi. Al 55′ Manè solo in area spreca clamorosamente di testa un bel cross di Wijnaldum. Le Cherries non si vedono granchè se non per un paio di sortite offensive di Mousset, ma senza impensierire più di tanto Alisson. Da segnalare anche il cambio tra ex Ibe-Solanke. Continuano a fioccare invece le occasioni per i Reds: Salah centra in pieno la traversa al 75′, poi Alexander-Arnold, entrato nel frattempo al posto di Wijnaldum, viene stoppato da Boruc dopo l’ennesimo brillante assist di Firmino, infine lo stesso brasiliano non riesce a concludere al meglio la solita bruciante ripartenza.

Comunque poco cambia, perché finisce così con un bel 3-0 rotondo e i tre punti finalmente in tasca, che dopo il nervosismo dell’ultima settimana sono quasi una boccata d’ossigeno. Adesso un’altra pausa di dieci giorni per ricaricare le batterie, poi si torna col botto. Bayern in Champions e Manchester United in campionato, una settimana per cuori forti.

di Walter Randazzo

Comments

comments