donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Break the Palace down!!!

Ti vogliamo sempre così.

Dopo la faticosa vittoria contro l’ostico Brighton, i Reds sabato sono attesi dal primo dei tre incontri casalinghi che il calendario ci presenta nei prossimi 4 turni. Un’occasione d’oro, che non capiterà più fino alla fine del torneo. Inutile dire che bisogna assolutamente approfittare di questi match interni facendo bottino pieno, anche perché vincere queste partite non difficilissime sulla carta, ma sicuramente insidiose, significherebbe mettere pressione ai Citizens, i quali difficilmente concederanno punti alle cosiddette piccole, anche se si accettano miracoli!!!! C’è da dire che gli uomini di Jurgen Klopp sono reduci da tre gare non felicissime dal punto di vista del risultato, ma estremamente diverse tra loro: una “bella” sconfitta a Manchester, una “brutta” vittoria a Brighton ed una forzata auto-eliminazione a Wolverhampton. Il Liverpool ha sicuramente pagato dazio per gli infortuni che, come al solito, non vengono mai uno alla volta e hanno messo in seria emergenza il reparto difensivo, cioè il migliore, quello grazie al quale quest’anno siamo al primo posto. Inutile dire che il salto di qualità della squadra è stato fatto proprio grazie ai miglioramenti di un reparto difensivo per lungo tempo zemaniano!!

Anfield pronto a sostenere i Reds

Per la gara con il Palace Klopp dovrebbe recuperare almeno Matip, il gigante di cristallo, il cui apporto può essere molto importante, ma purtroppo ha perso in questi ultimi giorni Alexander Arnold, il cui infortunio ci preoccupa non poco anche a causa della cessione non molto comprensibile di Clyne. I nostri avversari hanno una situazione di classifica ancora molto precaria, per cui non potranno concedersi distrazioni, inoltre non dobbiamo dimenticare che hanno anche fatto lo sgambetto al Manchester City qualche settimana fa, motivo in più per noi per essere pronti e concentrati fin dall’inizio. Non aspettiamoci una gara semplice, ma quello che conta è solo ed esclusivamente vincere per continuare la corsa e tenere in vita un sogno, quel sogno che ormai da 29 anni è più classificabile come incubo, ma non c’è tempo per pensare alla cabala, testa alla partita, a questa partita, che è la prima di 16 finali da giocare, 16 gare di passione di un campionato che sembra favorevole ai Reds per i prossimi 4 turni, ma che poi presenta sfide difficili e comuni a noi ed al City: Chelsea e Tottenham in casa per entrambe; United in trasferta per entrambe; Newcastle in lotta per la salvezza in trasferta per entrambe; Everton in trasferta per entrambe (purtroppo!!!!). Forza ragazzi, non mollate, with hope in your hearts!!

di Armando Todino

Comments

comments