donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Boxing Reds

 

La sblocca Dejan Lovren

 

È il Boxing Day, dopo la festa di Natale oggi è la festa del calcio, una delle giornate più ricche e belle della stagione calcistica. Il Liverpool capolista vola sulle ali dell’entusiasmo, e dopo l’ultima incredibile giornata di campionato, vuole continuare la sua rincorsa verso un sogno innominabile. Sulla sua strada c’è il Newcastle del grande ex Rafa Benitez, uno che ad Anfield è accolto sempre con grande affetto come uno di famiglia. Klopp opta per tre cambi: tornano dal primo minuto Wijnaldum e Shaqiri, e si rivede anche Alexander-Arnold, assente per infortunio dalla partita col Manchester United. Assente del tutto invece Milner per un leggero problema muscolare. Nel Newcastle non c’è Rondon, solo in panchina, gioca invece Joselu affiancato dal giapponese Muto. Il Liverpool prende subito l’iniziativa alla ricerca del gol ma è il Newcastle che crea il primo vero pericolo con Ritchie, che fa partire un cross insidioso dalla sinistra, ma Joselu di testa mette a lato. Rispondono subito i padroni di casa con Manè che entra in area e serve Shaqiri in ottima posizione, ma lo svizzero colpisce male e il pallone finisce fuori. Poco male però, perchè al minuto 11 la partita si sblocca: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Robertson mette uno dei suoi cross, Lascelles allontana ma non abbastanza, e Lovren di prima intenzione sfodera un siluro che non lascia scampo a Dubravka, ed è 1-0. Trovato il vantaggio, la sensazione è che il più sia fatto, ma un gol non è ovviamente abbastanza per sentirsi al sicuro. Manè ha l’occasione per il 2-0, ma stoppa male e non riesce a concludere dopo il bell’assist di Firmino. Il Newcastle prova a limitare i danni e si chiude bene, mentre il Liverpool fatica a creare occasioni pulite. L’ultima prima dell’intervallo è un grande calcio di punizione di Shaqiri che va quasi a bersaglio, ma Dubravka stavolta è super e vola a deviare in angolo. Si va all’intervallo sul punteggio di 1-0, mentre altrove il City, dopo il vantaggio iniziale, fa 1-1 a Leicester, e il Tottenham ha già i tre punti in ghiaccio. Il secondo tempo comincia come meglio non potrebbe. Salah penetra in area dalla destra, contatto con Dummett e l’arbitro fischia calcio di rigore. In assenza del solito tiratore Milner è lo stesso Salah a incaricarsi della battuta, e l’egiziano non sbaglia, 2-0 e partita che si mette in discesa. Adesso i tre punti sembrano in tasca ma il Liverpool non si ferma e va alla caccia del 3-0. Prima Manè cerca Firmino solo in area, ma Dummett salva tutto. Poi è Firmino ad andare vicino al gol, stoppato stavolta da Dubravka. Nel frattempo si rivede anche il Newcastle, di nuovo con un colpo di testa di Joselu che termina a lato. Al 78′ finalmente arriva il 3-0 tanto cercato: azione insistita con cross a ripetizione prima dalla destra, poi dalla sinistra, e infine di nuovo dalla destra con Alexander-Arnold che serve a Shaqiri un pallone solo da spingere in porta, lo svizzero esegue. A poco meno di dieci dalla fine, sugli spalti arriva la notizia: il Leicester è in vantaggio 2-1 sul Manchester City. Ad Anfield parte la festa, il frastuono è assordante, e il 4-0 finale di Fabinho è la ciliegina sulla torta di una giornata praticamente perfetta.

La mette al sicuro il solito Salah

 

Finisce così, il Liverpool ha sei punti di vantaggio sulla seconda in classifica, che adesso è il Tottenham, mentre il City scivola in terza posizione a sette punti di distacco. È stato un periodo davvero festivo dalle parti di Anfield, ma non è ancora finito perchè da qui al 3 Gennaio arriveranno due partite durissime contro Arsenal e lo stesso City, due partite in cui si può decidere davvero tanto per il prosieguo della stagione. Intanto però la cima dell’albero rimane rossa, buone feste a tutti.

di Walter Randazzo

 

Comments

comments