donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Ancora tutto in gioco.

Il grande ex ha provato ad aiutarci!!

Questa sera ci attendeva un altro test difficile contro il sempre pericoloso Leicester, un match da vincere a tutti i costi perché faceva parte di quella lista di 7-8 gare da vincere assolutamente, anche perché lo splendido regalo fattoci ieri dal Newcastle di Benitez rendeva ancora più ghiotta l’occasione. Purtroppo, dopo il Palace reduce da una sconfitta prima di giocare contro di noi, stasera le Foxes si presentavano ad Anfield dopo ben due sconfitte, quindi decisi a vendere cara la pelle. Solito fortuna dei Reds!!! Per questa sfida Klopp ha schierato la seguente formazione un po’atipica: Alisson, Van Djik; Hendo, Matip e Robertson, Gini, Keita e super attacco con Shaquiri a sostegno del trio Salah, Manè, Firmino. Inizia la gara e al primo affondo passiamo in vantaggio: bella combinazione Manè, Robbo, Manè, con Sadio che di piatto destro infila in buca d’angolo. Inizio migliore non poteva esserci!! Passano solo 3 minuti e sfioriamo il raddoppio: splendida palla di Salah per Firmino, che stoppa di petto alla grande e spara nell’angolo costringendo Schmeichel ad una parata da par suo. Sembra tutto facile, invece la partita si complica, si addormenta un po’ e al minuto 25 Alisson prova a farci svegliare con uno sciagurato rinvio di piede (non è la prima volta) che per poco non ci costa caro, perché sul cross di Albrighton Maddison di testa manda fuori da due passi. I Reds non affondano, ma puntano solo al possesso palla e ad addormentare il gioco, cosa a loro poco congeniale e i minuti passano senza che accade nulla di particolare. Ad una manciata di secondi dalla fine del primo tempo arriva la frittata: fallo inutile di Robertson che regala una punizione al Leicester, sui cui sviluppi la difesa prima non riesce a liberare e poi si addormenta clamorosamente su un pallone scodellato in area sul quale si avventa Maguire per il più comodo dei gol. Finisce così un primo tempo bruttino che preannuncia una ripresa non semplice. I primi minuti della ripresa confermano questa sensazione: al minuto 49 Chilwell semina il panico in area e di testa è costretto a liberare addirittura Manè. Passano altri 3 minuti e rischiamo la seconda frittata con azione fotocopia del gol subito. Stessa punizione, stessa palla in area, stesso protagonista, Maguire, che colpisce di testa indisturbato e Firmino per fermare il pallone rischia un clamoroso autogol mettendo a dura prova i riflessi di Alisson. Per chiudere in bellezza ci si mette anche l’arbitro che nega un rigore a Keita e fischia poco e male. Keita, che con quel rigore avrebbe giustificato la sua presenza in campo, esce al minuto 65 (tardi!!) ed entra Fabinho nella speranza di dare più equilibrio alla squadra. Entra anche Lallana, ma la musica non cambia e ogni volta che le foxes ripartono tremiamo. Al minuto 73 ci prova Firmino a scuotere il torpore, ma Schmeichel è attento. Klopp prova a giocarsi anche la carta Sturridge, ma la serata resta negativa, poca lucidità, poche idee, poco equilibrio. Non ci resta che vedere il bicchiere mezzo pieno e pensare ai 5 punti di vantaggio sul City. Ora testa e gambe alla gara di Londra che sarà più che mai decisiva, sperando anche nelle ambizioni Champions dei Gunners.

di Armando Todino

Comments

comments