donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

La solita storia …

di Matteo Fontanone

Domenica 21 Aprile 2012, il Liverpool si presenta ad Anfield per il turno interno di Premier League con il morale decisamente alto dopo la grande impresa di Wembley contro i cugini dell’Everton. La finalissima col Chelsea sarà il 5 maggio e King Kenny sa perfettamente che sarebbe meglio scendere a Londra con alle spalle una serie di prestazioni positive, per giocare con quella “confidence” che si ottiene solo con un paio di vittorie ben agguantate.

Ecco che allora Dalglish decide di schierare una formazione di tutto rispetto, nonostante il campionato abbia ben poco da dirci e da darci. Tra i pali c’è il ritorno di Reina e davanti a lui la difesa a quattro titolare di quest’anno: Johnson ed Enrique sulle corsie, Agger e Skrtel centrali. Il centrocampo a tre è costituito da Henderson, Spearo e da Maxi, a cui il nostro manager avrà voluto concedere una meritata casacca da titolare alla luce delle ultime brillanti prestazioni. I tre terminali offensivi saranno Kuyt, Suarez ed infine il grande eroe di Wembley, Big Andy Carroll, che viene tra le altre cose da due goal in due giornate, non male per uno che fino ad ora sembrava ancora bloccato. L’Albion di Mister Roy schiera invece il solito ordinato 4-4-2, all’interno del quale i maggiori pericoli sono costituiti da Odemwingie e da Chris Brunt, ottimo esterno.

Si parte! Per i primi minuti la partita scorre veloce e senza occasioni, al nono Carroll ruba un buon pallone a metà campo, lo smista a Suarez che a sua volta lo serve in area di rigore a Kuyt, il quale tira a lato. Al diciottesimo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Johnson trova una grande imbucata per Suarez, che esegue perfettamente il taglio, raccoglie il pallone e lo crossa in area piccola: nessuno lo butta dentro. Siamo intorno al ventesimo e la pressione degli undici in rosso ora si intensifica, il WBA è impotente e vacilla di fronte agli assalti di Maxi (si reclama per un rigore non concesso su episodio dubbio), Carroll e Suarez, il cui tiro viene stoppato dopo una splendida azione dal corpo di un centrale dell’Albion. Minuto 27, il West Brom si fa avanti e Brunt calcia a botta sicura su una sponda di Long: Reina para con un gran colpo di reni. Arriva immediata la risposta del Liverpool, con un insidioso colpo di testa da parte del solito Suarez. Al trentatreesimo, Reina si esibisce ancora in una buona parata su un calcio d’angolo dell’Albion: è sbagliato parlare troppo presto, ma da questi primi interventi pare che lo stop forzato abbia fatto molto bene allo spagnolo. Al 41′ il Pool sfiora il vantaggio prima con una mischia da calcio d’angolo ed in seguito con un tentativo da posizione ravvicinata di Agger, messo in angolo da Carson: la pressione ormai è forzata e costante, il goal è nell’aria, la Kop lo invoca … ma non arriva e nonostante si chiuda la prima frazione di gioco all’arrembaggio nell’area presidiata dalla difesa bianconera, si va negli spogliatoi a reti bianche. L’Albion non morde, ma da la sensazione di poterlo fare: detto questo è il Liverpool a fare la partita e ad aver avuto le occasioni migliori, giocando un calcio a tratti piacevole e avvolgente.

Nella ripresa il canovaccio non cambia, il Liverpool riprende subito forte e ha immediatamente due occasioni con Kuyt e Suarez. Al 49′ Carroll serve a Maxi un pallone d’oro che l’esterno argentino calcia all’incrocio dei pali: la porta inizia a sembrare maledetta e stregata, le occasioni sono ormai innumerevoli e gli uomini di Kenny meriterebbero qualcosa in più. Continua l’assalto dei Reds con Suarez, che si invola in una grande giocata sul fondo, si accentra e tira di poco a lato. Passano pochi minuti e Luis serve sull’esterno Kuyt che di destro centra il palo: la situazione inizia a diventare sinistra e tristemente familiare, il Liverpool è sfortunatissimo e nonostante stia giocando un gran bel calcio non riesce a passare in vantaggio.

Minuto 66, l’area del WBA è un flipper ed è un mistero come la squadra di Hodgson non abbia ancora incassato nemmeno un goal: un minuto dopo Henderson calcia bene di destro, ma ovviamente la palla accarezza il palo e si deposita sul fondo. Dalglish toglie Kuyt, generoso e molto stanco, per Bellamy e pochi minuti dopo cambia Maxi con Downing.

Puntuale come un orologio svizzero, si concretizza l’incubo più volte vissuto. Settantacinquesimo minuto, disastro difensivo di Johnson, Odemwingie ne approfitta, gli ruba la palla e tira in porta, gelando Reina e tutto Anfield: Baggies immeritatamente in vantaggio e Liverpool che cinque minuti dopo si vede ancora negato il goal grazie ad un intervento miracolo di Carson su tapin di Carroll. Nel frattempo King Kenny si gioca il tutto per tutto e spende il suo ultimo cambio all’82’, buttando nella mischia Shelvey per un discreto Jay Spearing. Gli ultimi minuti ci vedono protagonisti di un assalto fin troppo blando e confuso, tanto che l’Albion non fatica a gestire l’undici di Dalglish e porta a casa una vittoria ingiusta, frutto di un banale errore difensivo che poteva tranquillamente essere evitato. Non c’è rabbia, soltanto molta amarezza. Perdiamo come troppe volte è successo in questa Premier, giochiamo bene ma tutto è contro di noi, dalla fortuna alla poca cattiveria agonistica: la squadra si intende, si trova ormai quasi a memoria, esprime un buon livello calcistico. Evidentemente non basta, il calcio è uno sport che sa essere crudele, ma che novanta volte su cento premia il migliore e solitamente il migliore risulta essere sempre chi segna. Quest’oggi a segnare è stato il West Brom, il problema è che la squadra migliore in campo è stata senza ombra di dubbio il Liverpool. A voi le debite conclusioni.

Comments

comments

  • Jacopo

    12 sconfitte in premier, 8 posto in coabitazione col Fulham e soltanto un punto in più del WBA; così si riassume la nostra premier che chiamarla disastrosa è forse un eufemismo…fortuna vuole che esistono le coppe e di qualcosa si può comunque gioire.

  • stefano.mori

    Scusatemi ragazzi!! Vedo che avete pubblicato due pezzi uno tuo Matteo F e poco dopo uno scritto da Matteo P. mi sembra che ci sia un attimo di confusione… 😉

  • Matthew Stewart

    Eh si stè penso anche io..

  • Jacopo

    Cos’è che non va in questa squadra? La domanda apparentemente semplice non ha in realtà una risposta ben definita perchè quando giochi male subito capisci cosa non torna come per esempio la difesa che non sta in linea o è troppo bassa, il centrocampo non protegge la difesa oppure gli attaccanti non tengono un pallone o ancora non facciamo un cross in area e chi più ne ha ne metta…. Ma guardandoci pensi immediatamente che la difesa è ben messa, il centrocampo fornisce un buon filtro, le ali mettono un sacco di palle, i nostri avanti creano e ricreano…allora cosa rispondi? Cosa cavolo c’è che non va? Per quale assurda ragione abbiamo dominato il 75% delle partite giocate e ci troviamo con 12 sconfitte a carico? Domande banali che però non trovano risposta…

  • lorenzo.picarella

    non so veramente più che dire… tanto manca una sola partita da non sbagliare il 5 maggio

  • Pusterla.Pusti23

    Sarei ben contento di perdere tute le partite da qui alla fine del campionato se riuscissimo a battere il Chlsea il 5! anche a costo di arrivare ad un punto dall’ultima squadra che retrocede!
    Stagione di merda! il confine tra una brillante vittoria e una sconfitta è sottile.. Quest’anno quasi sempre non riusciamo a superare questa piccola dogana!
    Ma ho molta fiducia per il futuro..
    mi dispiace solo per chi ha intrapreso questa trasferta e torna con l’amaro in bocca! è già capitato anche a me e ti lascia una sorta di vuoto!
    ma avanti reds!!

  • Alessandro T9

    Quoto Pusterla, se per vincere la partita del 5 Maggio serve perdere tutte quelle del campionato, allora va bene.

    Tanto per noi, non cè differenza tra la 5° posizione, o la 16°. In EL ci siamo cmq, e sicuramente ne si retrocede, ne si va in CL.

    Anzi, sfrutterei le partite prossime per schierare l’Accademy al completo e vedere i papabili da mettere in prima squadra l’anno prossimo.

  • stefano.mori

    COMUNICAZIONE PER ALET9: faccio un salto veloce da te sabato sera anche perchè il sabato successivo non ci sono in città …. se non hai impegni verso le 21.30 così ti porto il soldi del rimborso del biglietto che è arrivato!! Comunque ti chiamo venerdi!! Ciao per ora!!

  • Daniele Fumagalli (ScouserDanny)

    LFC – SFIGA PAZZESCA 0-1

    Reina 6
    Un paio di interventi non facili nel primo tempo, anche se sul goal di Odemwingie fa il solito Reina: abbozza l’uscita e poi si ferma a metà strada, praticamente concede il massimo delle opportunità di conclusione all’avversario.

    Johnson 4
    Media pesata tra il “7” per la partita e lo “0” per il goal regalato al WBA. Poco altro da aggiungere.

    Skrtel 6.5
    Nessuna sbavatura.

    Agger 6.5
    Vedi Skrtel, con in aggiunta un goal sfiorato dopo un movimento da attaccante puro.

    Enrique 5.5
    Sorpreso dal “disimpegno” di Glenda, per il resto non una delle sue prove migliori.

    Henderson 5.5
    Un punto in più per il tiro che si stampa prima sulla traversa e poi su una chiappa di Foster. Quello meritava di andare in porta tutta la vita. Per il resto, solita prova parecchio anonima.

    Spearing 6.5
    E’ sempre più il nostro torello in mezzo al campo. Ogni tanto prova addirittura il tiro da fuori, gli manca solo (ma guarda un po’) la fortuna.

    (dall’82’ Shelvey sv)

    Maxi 6
    Su di lui c’era un rigore grosso come una casa, ma vabè. Sorvoliamo anche su questo… A fine stagione tra legni e rigori clamorosi negati avremo un credito con gli episodi che da solo ci potrebbe far arrivare tra le prime tre.

    (dal 72′ Downing 5)
    Non incide.

    Kuyt 6
    Prova generosa e sfortunata, quello del primo tempo è un goal sbagliato, quello del secondo è sfiga allo stato puro.

    (dal 70′ Bellamy 6)
    Grinta e corsa a servizio della squadra, ma non basta.

    Suarez 7
    Gran partita, distribuisce assist a go-go, non sempre sfruttati, ma di fatto rimane qualcosa di immarcabile.

    Carroll 6
    Uno dei tanti miracoli di Foster gli toglie la gioia del goal, che avrebbe meritato. Sfortunatissimo anche lui.

    coach Dalglish 6
    Di fronte ad una sfiga megagalattica come questa, può farci poco. Le carte le ha giocate tutte.

    YNWA

  • Daniele Fumagalli (ScouserDanny)

    PS x i “compagni” presenti ad Anfield ieri (in particolar modo Giorgio): se io, che ero a casa a vederla via streaming, mi sono mangiato le mani, non oso immaginare gli atti di auto-cannibalismo avvenuti sui pali di Henderson e Kuyt e sulle parate di birra Foster.

  • lorenzo.picarella

    io a sto punto facciamo fare negli allenamenti solo tiri in porta chi sa che magari la sfiga la si consumi a melwood xD

  • Jacopo

    A melwood hanno finito pali e traverse…distrutte tutte durante gli allenamenti stagionali…da qualche tempo le porte vengono fatte con i giacconi stile scampagnata

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Rientrati tutti da poco, sfiniti ma felici per il fantastico week end.

    Sulla partita c’è poco da dire, sfortuna a mille, abbiamo avuto una decina di occasioni non sfruttate come da manuale.

    Denny: Maxi si è tuffato alla grande, l’azione si è svolta proprio davanti a me, e nel mio settore nessuno ha urlato al fallo. Ha cercato di fare il furbo, niente di più.

    La cosa triste, e lo hanno confermato gli altri che erano nella Kop, era il mortorio di una curva abbondantemente demotivata. Solo un piccolo settore ha cantato per tutta la partita, il resto, notte fonda.

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Suarez ha bisogno di avere al suo fianco un palleggiatore per esaltare le sue doti. Purtroppo latitiamo in quel reparto ed i risultati lo dimostrano.

    Johnson gioca con una sufficienza disarmante, sarei propenso per un rimpiazzo con Kelly (garantisce maggior copertura). Glen si ritiene troppo superiore e le calzate che commette sono a dir poco imbarazzanti.

  • Nunzio Esposito (Koprule)

    Scusate la latitanza ma dopo una levataccia (ore 04.00) per prendere l’aereo, e un atterraggio (fuori programma) a Basilea… è stata una giornata lunghissima, l’aereo continua a mettere a dura prova le mie povere coronarie, domani sarò più lucido per raccontare un po la mia e mettere due foto. Per il resto week end fantastico, a parte il risultato ho visto il solito sfortunato Pool, e mille storie da raccontare. Dimenticavo abbiamo fatto la donazione all’associazione Hillsborough Justice Campaign di 200€ che sono il ricavato delle vendite delle medagliette JFT96.

  • Walter

    voglio cancellarmi da questo branch…che devo fare?

  • Krupovieza

    purtroppo non ho visto la partita di sabato,però,leggendo al formazione,ho pensato solo che forse,a questo punto della stagione (e come è già stato suggerito qualche post prima del mio), mi sembrerebbe furbo far scorrazzare un pò i ragazzini…sono d’accordo con chi dice quinti o sedicesimi,cosa cambia ormai? e sono convinto che non farebbero più di tanto brutta figura…scusate ma non posso più pensare a glen jhonson in queste condizioni, a maxi rodriguez che praticamente non è manco più del liverpool e henderson (che le sue occasioni le ha avute ma non mi sembra abbia dimostrato granchè)…detto questo,magari mi sbaglio,perchè io parlo in generale di questa fine campionato,e non della partita nello specifico,però mi sembrano davvero occasioni buttate per far giocare partite di livello a dei ragazzi che potrebbero anche farci vedere di meritarlo ampiamente…e anche per far capire ad alcuni di loro che c’è la fiducia,evitando di farsi convincere da altri club che potrebbero schierarli in campo da subito nella prossima stagione (penso a sterling)…per il resto,mi sembra una stagione storta e,anche se si gioca bene,non vedo sentimento,grinta,voglia di spaccare il mondo da parte di molti giocatori. così è impossibile piazzarsi bene in campionato

  • armando.todino

    Ragazzi, speriamo solo che il 5 Maggio la fortuna giri un po’, perchè si affronteranno la squadra più sfigata dell’anno (a proposito, a quanti pali siamo arrivati?) e la più culosa del momento con il signor Roberto Di Culèo che è veramente impressionante. Chiamatemi anche folle, ma sono fiducioso, vinceremo ai rigori.

  • Jacopo

    Incominciano i tormentoni di mercato… Nell’ultimo periodo siamo stati accostati a kalou, sigurdsson, nolito, michu, castaignos…speriamo di no, a parte sigurdsson che penso sia molto promettente cosa vogliamo fare? Indebolirici invece di rafforzarci?

  • Alessandro T9

    Prendiamo Lewandosky e facciamola finita.

  • Liverpudlian81

    WALTER cosa c’è che non va?

    DANNY, ma guarda risultato a parte, stavolta la partita è stata bella.

    AI CRITICI A me il Liverpool non è affatto dispiaciuto e quando si critica vorrei anche tener conto che 31 legni in un anno sono almeno 15/16 punti in meno. Magari l’anno prossimo torneremo ai soliti 15 pali…. il che vorrà dire almeno avere 8 punti in più. Ah non dimentichiamo poi che il centrocampo che tutti pensavamo titolare era Gerrard-Adam-Lucas e tutti e tre sono fuori.

  • Jacopo

    Ale pochi nomi ma buoni, veramente buoni:

    Baines ( questo è un campione, senza ombra di dubbio, sapere che lo vuole lo united e poterglielo soffiare sarebbe il massimo)

    Handanovic ( uno dei pochi portieri buoni ancora sul mercato )

    Sahin ( al real non gioca mai, avrà 20 anni, è fortissimo e in partenza)

    Dempsey ( un centrocampista che fa l’attacante e mette 20 goal a stagione anche se ha 29 anni lo prenderei al volo)

    Adam Johnson ( mancini lo fa giocare gli ultimi 10 minuti di ogni partita, è una delle ali più forti d’inghilterra nonostante abbia poco più di 20 anni anche lui da prendere al volo)

    Javi Martinez-Munian-De marcos ( qualunque di questi è una sicurezza, giovani ma molto forti)

    Lewandosky ( niente da dire, fenomeno)

    Sigurdsson ( ottimo prospetto, già rodato ottimamente per il campionato inglese)

    Sinclair-Allen ( il primo ha segnato 8 goal in stagione quindi non male, il secondo è tanta tanta sostanza ma su quello con lucas e spearo siamo già coperti, non male nessuno dei due)

    La lista si chiude più o meno qui, giocatori che non costano tantissimo, tranne forse lewandosky, ma che possono fare la differenza…i vari kalou, michu, nolito sono gli acquisti alla benitez..per favore lasciamo perdere

  • Daniele (Stevie G Rulez)

    Sahin e Javi Martinez a centrocampo, Huntelaar in attacco, Adam Johnson e Sinclair per le fasce, Vertonghen in difesa, io mi “accontenterei” di questi giocatori!

  • Pano

    spero vivamente in adam johnson, un sogno!!

    anzi, johnson da un parte e Bale dall’altra….impossibile e irraggiungibile lo so, ma lasciatemi sognare!!

  • Jacopo

    purtroppo molti giocatori dai nomi altisonanti non verranno per colpa di questa maledetta champions league
    scordiamoci i vari bale, modric etc.
    a noi servono giocatori provenienti da campionati minori vedi francese o tedesco e giocatori sottovalutati come baines o dempsey
    dovremo scommettere e correre dei rischi, così è anche più bello
    comprare ronaldo, kakà, ozil, benzema etc. come il real non sà proprio di niente

    e ricordiamoci il fair play finanziario

  • Matthew Stewart

    Quotissimo ai post 21,22 e 23

  • Walter…non devi fare niente,non pagare + la tessera (se ce l’hai) e non venire piu’ qui…anche se non capisco il perche’….mah…

  • Alessandro T9

    Penso che abbiate visto tutti la partita di stasera, tra le merde blu e il Barça.

    Penso che qui tutti siamo agghiacciati.

    Il Chelsea ha un culo che non credevo possibile. Mentre noi beh… 31 pali in stagione sono un dato che non ha bisogno di commenti.

    Sul piano di gioco siamo cosi superiori, che tanto varrebbe non scendere neppure in campo. Ma stasera abbiamo visto come il gioco conti praticamente un cazzo.

    Ci vorrebbe la fortuna per batterli. Ma cristo, il solo pensare di avere fortuna per noi è assurdo. Non ne voglio neppure parlare.

    E invece dobbiamo batterli con la classe. Anche se la fortuna che hanno avuto stasera fa paura a tutti, dobbiamo farli vedere che in fin dei conti, vince chi ha le palle. E noi abbiamo le palle.