donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Looserpool

di Stefano Iaconis

Reina ... no comment ...

È un crollo verticale. Un tramonto infinito dietro una montagna gigantesca e per questo lunghissimo. Un’agonia senza fine cui è impossibile porre rimedio, una impressionante serie di sconfitte nette come sentenze scritte a caratteri cubitali sulla testa di questa squadra senza più anima, cuore, gioco, attributi.

Il Liverpool che fu è divenuto un Looserpool, una gigantesca balena in rosso spiaggiata malinconicamente su un filotto di sconfitte da brivido. Sconfitte in serie che vengono, una dietro l’altra, rimbalzando come massi sul versante di quella montagna dietro la quale nemmeno più tanto rossa, ma arancio sbiadita, la formazione di Dalglish cala sull’orizzonte di un mare silenzioso ed immobile. Perde anche a Newcastle il Liverpool. Perde in malo modo, opponendo una resistenza talmente fragile e scomposta da annientare qualunque logica dentro la cronaca di un disastro perfino grottesco. Grottesco e ridicolo come è il Liverpool di questi tempi. E se anche stavolta la sorte, nelle vesti del solito palo e di un rigore (con conseguente espulsione clamorosa) solare, negato da un ineffabile arbitro cui fa difetto la capacità di essere nel momento in cui il match può girare a favore dei Reds nel “cuore” della partita, se quella sorte fa la linguaccia alla formazione di Dalglish ciò non basta a spiegare la stucchevole e reiterata compiacenza con la quale il Liverpool si consegna al match.

Dalglish stavolta prova anche a mescolare le carte. Dentro Bellamy a far da spalla a Suarez e Carroll (disastroso), un centrocampo “robusto” con Spearing e Shelvey a dar manforte a Gerrard (irriconoscibile) ed una trazione anteriore che potrebbe far ben sperare dall’inizio dell’incontro.

Timidamente, ma almeno supportato dalla lama di luce sul St. James Park e da una tradizione che largamente parla a favore dei rossi, il Liverpool accende la sfida apparendo almeno toccato nell’orgoglio dalla doppia sconfitta contro QPR e Wigan. Carroll ha due spunti di livello e sul secondo commette un errore sacrilego degno di un principiante quando, lanciatosi in bello stile e presentatosi a tu per tu con Krul, dopo averlo evitato si lascia cadere come un fagotto rimediando una sacrosanta ammonizione per simulazione. E Bellamy, con un guizzo dal lato sinistro e conseguente deviazione di Jonas sul suo tiro, aveva impegnato il medesimo Krul che si era salvato con l’ausilio del legno amico. Sul conseguente corner mischia, palla che saltella lenta verso la porta e che viene spinta via in modo malandrino da Perch con il braccio. Qui si chiudono le trasmissioni sul versante offensivo per il Liverpool ed al solito, con quello che è l’accanimento del destino in una stagione davvero agonica, al primo tiro in porta i Magpies trovano il vantaggio. Un apparente traversone di Ben Arfa viene “bucato” da Skrtel e lascia Cissé libero di puntare, mirare e fare fuoco di testa nell’angolo lontano. Cocci rotti in un amen. Seguendo la linea di condotta stagionale che prevede la liquefazione modello cera di candela al gol subito, il Liverpool si squaglia.

La reazione ha il crisma della casualità. Il gioco si frammenta nelle solite iniziative di Suarez uno contro uno e nella serie di passaggetti laterali che, un elefantiaco centrocampo incapace di costruire qualcosa di almeno vagamente pericoloso, finisce per inscenare. Tiri in porta naturalmente zero, azioni degne di nota, secondo copione, affidate alla fantasia. La difesa inoltre è da far tremare i polsi. E così, ogni volta che il Newcastle si affaccia appena nell’area in rosso, sono sudori gelidi. Il Liverpool caracolla per il campo ed il Newcastle azzanna. Si sprecano i suggerimenti sbagliati, si sprecano le palle gettate nella terra di nessuno. Roba da strapparsi via i capelli e mangiarseli per la collera. Si attende almeno qualcosa, anche perché, invero, i bianconeri del nord Inghilterra appaiono veramente una formazione largamente abbordabile per un Liverpool appena decente. Ma bastano le loro piccole accelerazioni per fare davvero malissimo.

Ben Arfà galoppa ogni volta che Spearing o Shelvey perdono palla ed i capovolgimenti di fronte sulle pachidermiche trame dei Reds sono letali. Il secondo gol arriva a metà ripresa con una azione di contropiede nel quale Ameobi fa la parte di Stanley Matthew con una fuga travolgente nel buco dell’ozono che è la difesa del Liverpool, Ben Arfà si traveste da astuto suggeritore con un tocco che lascia passare la sfera e Cissé assume le sembianze di Maradona quando, ricevuta la palla, siede i difensori in rosso con una finta a rientrare, si posiziona in maniera favorevole senza che alcuno si decida a provare un sussulto per contrastarlo ed infila Reina di giustezza nell’angolo. Allucinante!!!

Il Liverpool attende lo spirito Santo (in tema pasquale ci sta) per riuscire a portare un minimo di decente pericolo, almeno per dare un minimo di suffragio ad una Travelling Kop encomiabile per tifo e cori, Travelling Kop che è la sola cosa degna rimasta a sostenere la dignità di Anfield, ma questi non si manifesta. Si manifesta, viceversa, la follia di Reina che reagisce ad uno spintone di Perch e si fa espellere in maniera tragicomica. Si chiude in 10 con Enrique in porta, secondo la migliore tradizione prevista da una Waterloo che si rispetti. E con la Travelling che, fiera, intona You’ll Never Walk Alone. Per quanto ancora, ci domandiamo…………………….

Comments

comments

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Dopo la rete squadra imbarazzante, senza anima e senza cuore, come giustamente sottolinea Stefano.

    La terna arbitrale ci mette del suo in modo importante, anche se di solito queste realtà vengono spodestate da una squadra di carattere, che oggi come oggi è un’onta al buon nome della nostra società.

    Come pesce d’aprile non c’è male, davvero !!

  • Alessandro T9

    Verrebbe da dire “menomale abbiamo già i 40 punti”.

    Cmq questa partita sancisce l’addio di Reina, qualcosa di positivo cè.

  • Matteo Fontanone

    Ennesima prestazione vergognosa. Analizzando il ruolino di marcia che abbiamo, oltre alla sfortuna e alle decisioni arbitrali c’è chiaramente qualcosa che non va. Porre rimedio.

  • Alessandro T9

    No, più che altro per la semifinale di FA.

    Campionato sputtanato, sticazzi, ma la FA va vinta. Mal che vada bisogna arrivare in finale.

    Capisco che abbiano mollato totalmente il campionato, chissà forse per non rischiare fatiche/energie/infortuni, ma NE STANNO PERDENDO TROPPE.

    Hanno completamente perso il senso della vittoria. Si sveglino, o manderanno a puttane anche la FA Cup.

  • Matteo Fontanone

    Già. Ma vorrei dire che indipendentemente dalla Coppa di Lega, indipendentemente dalla semifinale già raggiunta e da una possibile finale o vittoria in FA Cup, questa squadra non è all’altezza. La forza di una squadra la si misura in un torneo come la Premier, non sulla gara singola nel torneo ad eliminazione. E il nostro campionato parla per noi. Non ci sono motivazioni che tengano, se continuiamo così finisce sopra di noi pure l’Everton.. Da quanti anni era, mi domando!?!?

  • Jacopo

    Non ho visto la gara, fortunatamente… Shelvey come è andato?

  • ScouserLuke

    Io la stavo guardando, poi ho girato su Tom & Jerry e l’ho guardato con mio figlio … almeno ho riso e non vomitato.

  • Alessandro T9

    Matteo, ma che non eravamo all’altezza lo sapevamo da Agosto. Certo, tutti, io in primis, quantomeno credevamo nel 4° posto, ma è ovvio che non è cosi.

    Abbiamo avuto due belle sorprese come la vittoria della Carling e la semifinale della FA Cup. Ma una grandissima delusione in campionato.

    Una squadra per la zona CL non la si costruisce in un anno. Questo vale in tutti i campionati, a maggior ragione qui in PL, dove ogni partita è una finale.

    Anno dopo anno dobbiamo recuperare. Intanto quest’anno abbiamo riportato un trofeo a Liverpool dopo 6 anni, e conquistato ben due notti a Wembley.

    Il prossimo anno sarà l’anno in cui ci dovremmo riprendere l’Europa(facendo bene in EL), e una delle prime 4 posizioni in campionato.

  • Matteo Fontanone

    Che una squadra da CL non si costruisca in un anno lo diciamo adesso dopo che sono sei partite su sette che la pigliamo nel culo, mi si perdoni il francesismo. Ad agosto eravamo tutti piuttosto unanimi, la squadra era attrezzata e pronta se non altro al quarto posto.

    Sottolineando che con i soldi spesi avremmo ragionevolmente dovuto essere all’altezza. E che, Alessandro, non solo non abbiamo costruito una squadra da CL, ma in questo momento nemmeno da Europa League. Lo dice la classifica. Sono incazzato nero.

  • Stefano Iaconis

    ..matteo,io no….se ti vai a rileggere i commenti di agosto ci troverai il mio scetticismo…..

  • se continuiamo cosi’ a Wembley sara’ un massacro,per la gioia dei cugini….Porc….***

  • Alessandro T9

    Eravamo tutti fiduciosi per il mercato estivo era stato soddisfacente. Ed era soddisfacente.

    Ma col “senno di poi” era facile capire che i vertici del campionato erano difficilmente raggiungibili. Società nuova, giocatori quasi tutti nuovi, l’unico che è dell’ambiente è Kenny.

    Non è arrivato il 4° posto(che tutto davamo per scontato) ma è arrivato a sorpresa un titolo, e una semifinale di FA Cup.

    In estate dobbiamo assolutamente prendere un portiere(altrimenti le continueremo a perde tutte anche se compriamo Messi e CR7), e mi dispiace per Andy, ma ci serve anche una punta che la mette dentro. Altrimenti Suarez diventa inutile.

    Il prossimo anno vaffanculo Carling ed FA(visto che queste soddisfazioni ce le siamo levate quest’anno), e concentriamoci sul 4° posto e sulla EL.

  • Jacopo

    Stefano se il tuo scetticismo di agosto si rivelasse la dura realtà e la coppa vinta una fortunata parentesi di una squadra mediocre vuol dire che Kenny ha miseramente fallito

  • armando.todino

    Oggi non ho visto la partita, perchè ero sicurissimo che sarebbe stato un altro strazio e così è stato. Non si può accettare un crollo simile, siamo il Liverpool non una squadretta del cazzo, siamo una squadra che ha una storia gloriosa e non ci sono giustificazioni, non si può disonorare il campionato in questo modo squallido. La vittoria della Carling e la semifinale di FA cup non giustificano una roba simile, da vomito. Sono d’accordo con chi dice che la forza di una squadra si vede in un lungo torneo e non in fiammate improvvise come avviene nelle coppe. Tre o quattro lampi possono capitare a chiunque, non dimentichiamo che persino una squadra nulla e calcisticamente insignificante come la Grecia ha vinto un titolo europeo. E’ vero che è difficile costruire una squadra da champions in un anno, nessuno pretendeva la luna e sarò il primo in caso di vittoria della FA cup a gioire per quello che sarebbe un miracolo sportivo (perchè vincere 2 coppe con questa squadra, con Reina in porta e Carroll come attaccante sarebbe un supermiracolo), ma ciò comunque non giustifica un campionato osceno come questo.

  • Matteo Fontanone

    Stefano, mi ricordo bene, ma eri un’eccezione in un gruppo di entusiasti, me compreso. Non so quanto abbiano sbagliato Kenny e Comolli sul mercato e quanto siano stati sfortunati. Sta di fatto che ci sono delle responsabilità e chi di dovere se le dovrà prendere, in primis i nuovi acquisti e i soliti noti. Sono molto scettico sull’FA Cup, amo questa squadra con ogni fibra del mio corpo ma date le ultime partite mi riesce impossibile pensare di poter vincere due partite a Wembley..

  • Stefano Iaconis

    …a noi veramente basta vincerne una…perche’,poi,la finale,e’partita a se,la decidono diecimila elementi diversi…e comunque,cosi’come ti dico che non siamo forti ti dico che,tutto il nostro dna di squadra di rango verra’fuori a londra…li,il liverpool,gettera’oltre l’ostacolo ogni cosa…io ho fiducia…magari saro’pazzo,ma fidati…i ragazzi sono gia’con la testa a wembley…..

  • Cris

    Non si può continuare ad aggrapparsi alla Carling Cup.Dopo quella vittoria,escludendo le partite con l’Arsenal,parzialmente,e il derby con l’Everton,le nostre prestazioni sono state a dir poco imbarazzanti.La passione per il Liverpool resta immutata,ma non si possono più sopportare le figuracce di questo ultimo periodo.Un pò di rispetto per la mitica maglia che indossate.Almeno questo lo dovete,cari i miei giocatori ,a tutti i veri tifosi reds che vi sostengono e soffrono per la loro squadra!!!!!!

  • Alessandro T9

    La vera sorpresa, è Kenny. Ok, i giocatori sono nuovi, ad Anfield da un anno o meno, e non hanno ancora capito appieno la maglia che portano, e non sanno che a Liverpool, anche in un campionato spento e ormai privo di significato, ci devono mettere le palle.

    Alla fine di questa stagione, quando inizieranno a volare i calci in culo, lo capiranno.

    Ma Kenny… come può aver accettato di abbandonare il campionato, per quanto inutile fosse?

    Come può aver continuato a schierare in campo Reina, che ci ha fatto perdere partite su partite?

  • Daniele Fumagalli (ScouserDanny)

    x Whelo: ho visto solo gli ultimi 20 minuti di questa “prestazione”, ma dal tuo metaforico racconto, capisco che mi son risparmiato i soliti attacchi di ulcera.

    x Alessandro T9: devo ahimè ricordarti che non abbiamo un secondo portiere (se la risposta è Doni, Mai Dire Goal avrà una gran quantità di materiale per la rubrica “Vai col liscio”).

    Qualcuno mi dice come ha giocato Shelvey? (se qualcuno facesse anche una rapida “spagellata generale”, mi farei un’idea più precisa! Thanks)

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Lo scorso anno Kenny ci prese in piena zona retrocessione e ci portò quasi in paradiso.

    Francamente quest’anno mi sarei aspettato quantomeno una conferma del trend positivo, di quella boccata di aria sana da lui riportata ad Anfield dopo la grande depressione.

    Diciamo che mi aspettavo di lottare, almeno quello, per un posto in Champions League, se poi non sarebbe arrivata, amen, per lo meno ci avremmo provato.

    Ora, l’unica cosa di cui sono sicuro è che non retrocederemo. Il trend negativo è a dir poco allarmante.

    Vedere una squadra perdere in questo modo con tutte le minori della Premier è qualcosa di stomachevole. Non nascondo che sono molto deluso.

    Ritrovarsi a nove giornate dal termine a 12 punti dalle quarte e non so quanti dal vertice della classifica lo trovo tipicamente Beniteziano e ciò mi sconvolge.

    La Carling è un trofeo, non so quanto importante possa essere ,oggi come oggi, per una società come il Liverpool, l’aver vinto quel trofeo. Forse tantissimo dato che poi l’intera squadra si è letteralmente seduta.

    E’ bastata una brezza marina più consistente del solito per far crollare, come un castello di carta, un’intera stagione.

    Non accetto assolutamente l’attenuante del primo anno per molti di loro, è inaudito.

    E’ come se ognuno di noi cambiasse posto di lavoro e dopo un anno non avesse ancora imparato nulla, il datore di lavoro come minimo vi prenderebbe a pedate e sarebbero anche meritate. Parliamo di professionisti ad alto livello non di “sole”, quindi il perodo dell’ambiantazione è una colossale scusa ingiustificata.

    Kenny sta cercando di costruire qualcosa e tutti dicono che bisogna avere pazienza, che anche Fergie c’ha messo cinque anni prima di creare una corazzata, ma francamente a me di quel PDM non me ne può fregare di meno.

    Non chiedevo la luna ma un campionato dignitoso e di approcio, almeno tentato, al vertice. Risultato? Credo sia sotto gli occhi di tutti.

    Vinceranno l’FA Cup? Bene, anzi benissimo, ma il problema non cambia di una virgola.

    Gli annali dei Reds riporteranno nel 2012 una vittoria prestigiosa nella Carling Cup in una finale elettrizzante con una modesta squadra di Championship. L’importante è vincere direte voi, come non è dato sapersi.

    Gli stessi annali riportano ad oggi anche il nome di RB, di una CL e di una FA Cup da lui vinti in modo altrettanto discutibile.

    Vinceremo l’FA Cup? Credo che sia già n miracolo arrivare in finale con questa armata stile brancaleone. Se si batterà l’Everton, Chelsea o Spurs ci attenderanno sotto l’arco.

    Ora, quelli sono anni luce avanti a noi come testa e personalità. Gli Spurs li conosciamo bene, non li nbattiamo mai, al Chelsea è bastato un Di Matteo qualsiasi per rigenerare un team distrutto da un altro grande bimbo prodigio, vinceremo? Intanto arriviamoci, l’Everton non ci regalerà nulla.

  • claudio.zulato

    Bell’articolo e bei commenti: ho visto pure io la partita che è risultata un ennesimo strazio!!! Ero del parere che il 4° posto fosse raggiungibile in quanto, dopo la Carling cup vinta, avevamo incontri di premier facili visti pure i risultati altalenanti delle ns. dirette concorrenti. Non so spiegarmi questo calo improvviso che ha accuito e fatto emergere ora più che mai certe anomalie. Il fatto è che siamo peggiorati in difesa, nel gioco e per non dire dell’attacco che è il ns. tallone d’achille da inizio stagione. E’ il caso di venire ad acquistare nel campionato italiano??? ciao a tutti!

  • Matthew Stewart

    No Claudio per carità 😀 secondo me no, perchè è un tipo di calcio troppo diverso..infatti i giocatori che hanno fatto il salto Italia-UK e che si sono trovati poi bene storicamente sono pochini..si è innegabile che serva qualche puntello (se non altro perchè l’anno prossimo ci sarà una competizione in più) ma secondo me più che mettere in discussione i nuovi (che, ricordiamolo, nella prima parte della stagione secondo me hanno fatto benissimo), qui occorre anche una riflessione sui senatori cosiddetti..Skrtel senza Agger è poca cosa, Carra purtroppo ha un’età, Kuyt idem e sinceramente inizio a leggere un pò troppo spesso di dichiarazioni di insofferenza alla panchina, Reina vabè poverino si commenta da solo. Su Johnson si potrebbe scrivere un libro, so che c’è una schiera di pro-Johnson e di anti-Johnson ma spesso è oggettivo che sia stato sottotono quest’anno. Questo non significa non sostenere la propria squadra o i propri giocatori, fintantochè vestiranno in Rosso e rispetteranno la maglia che portano e il club e i tifosi che essa rappresenta avranno tutto il mio amore, si tratta solo di fare un’analisi tecnica libera da sentimentalismi di sorta. Io Kuyt e Carra li amo alla follia ma è innegabile che siamo a un bivio e un determinato ciclo volge al termine. E poi ricordiamo sempre che abbiamo fatto un girone di andata grandioso e senza sfighe varie e con un pò più di cattiveria ci saremmo trovati molto più di quinti. Non penso siamo diventati brocchi di colpo, dopo la sconfitta con l’Arsenal c’è stato un crollo verticale, questo al netto del discorso tecnico che ho fatto sopra che comunque rimane. Ripeto, dobbiamo puntellare e decidere cosa fare da grandi secondo me, il rinnovamento è solo iniziato lo scorso anno togliendoci le scorie beniteziane, ma deve proseguire quest’anno secondo me, prendendo decisioni anche dolorose, coraggiose, che purtroppo però secondo me vanno necessariamente prese.

  • dbowie

    Condivido pienamente il pensiero di Paolo sulle aspettative tradite da parte dei ragazzi di Kenny, non che mi aspettassi chissà che, ma l’inizio di stagione sembrava un pò più promettente.
    Eviterei ulteriori (ed ennesimi) paragoni con l’era beniteziana, si può esser favorevoli o contrari, ma queste due ultime stagioni non mi sembra abbiano portato una ventata d’aria fresca così innovatrice da dover rinnegare la storia (recente) del pool.

    P.S.: sulla campagna acquisti, non amo dire “lo avevo detto”, preferisco farlo intuire. Tanto s’è capito no?

  • a questo punto mi sorge un dubbio,visto che non mi so spiegare questa situazione…non e’ che qualcuno e/o tutti remano contro KKD ?

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Diciamo che “i silurati” non scalpitano per lui e quando giocano credo lo dimostrino appieno.

    Gli insoddisfatti non fanno nulla per guadagnarsi la sua fiducia ecc. ecc.

    Personalmente ne vedo diversi in queste situazioni.

  • Alessandro T9

    Questi tizi allora verranno messi alla porta subito a Giugno, non cè nessun problema.

  • Daniele Fumagalli (ScouserDanny)

    Ad oggi si salvano in pochi, ma le zavorre sono presto identificabili:

    Carroll: KKD l’ha sempre gestito al meglio, ossia prima dandogli tutti i tempi di recupero dall’infortunio dello scorso anno, poi inserendolo gradualmente fino a fargli giocare partite da titolare alternate alla panchina (ma poi è sempre entrato come sostituto) in base alle sue prestazioni. Ha provato ad affiancargli Suarez, Bellamy, Kuyt, Downing, di tutto e di più, con il solito risultato, ossia:”non gli arrivano palle giocabili, quindi non è colpa sua”. Ma penso che a Suarez arrivino più o meno le stesse palle “non” giocabili, eppure qualcosa di più lo fa (anche in termini realizzativi). O è forte ma per qualche assurdo motivo non si impegna, o è un costoso bidone stratosferico. Propenderei per la seconda ipotesi.

    Reina: lui invece le capacità le ha, ma non para più niente e le sue uscite sono roba che non si vede neanche all’oratorio quando si gioca agli “undici” e quello che sta in porta non vede l’ora che tocchi ad un altro. Ergo: se si è scazzato, giochi le ultime partite come Dio comanda e poi si levi dalle palle.

    Henderson: non è un ala, non è un mediano d’interdizione, non è un regista, non è un rifinitore. Insomma, che c*zzo è? Nell’attesa di risolvere noi stessi il quesito della sfinge, attendiamo in grazia che KKD e Comolli ci spieghino il senso di questi 20 mln fino ad ora buttati nella spazzatura.

    Adam: quando l’abbiamo acquistato, ero contento perché nelle tre-quattro partite in cui l’avevo visto all’opera, mi era parso un ottimo elemento che predicava nel deserto Blackpool. Quest’anno è uno dei tanti elementi mediocri tendenti allo scarso nel deserto Liverpool. Personalmente, la più grossa delusione del calciomercato estivo.

    E questi sono solo i più eclatanti…

  • Jacopo

    Danny voglio dare anch’io un giudizio su tutto questo.
    girone d’andata settembre-gennaio:
    Premier 7 vittorie 9 pareggi e 3 sconfitte di cui penso l’unica meritata fosse quella con il Tottenham, per il resto nei pareggi e nelle sconfitte abbiamo sempre dominato ( vedi parate di hart o de Gea, su henderson, contro le 2 di manchester) con portieri miracolosi, pali e traverse, arbitri da arresto ( fulham) e reina ( sempre fulham ad esempio)
    Abbiamo portato a casa vittorie prestigiose come all’emirates oppure allo Stamford Bridge ( x2) e abbiamo sempre imposto la nostra mentalità e il nostro gioco più che buono, inoltre abbiamo portato a casa una finale di carling, miglior difesa per diverse giornate, squadra solida e cattiva…il tutto senza Gerrard a parte sporadiche apparizioni….cosa avresti detto allora dei nostri nuovi? Io ne parlavo benissimo e ero molto soddisfatto di ognuno di loro.

    Girone di ritorno: lo conosciamo tutti, uniche note positive una semifinale di fa cup e due nette vittorie contro wolves e everton…colpa di Adam o Hendo?? Non penso proprio….tutti indistintamente, nuovi o senatori, giovani o vecchi si sono seduti e con loro temo proprio che lo abbiano fatto anche Kenny, clarke e keen…in più qualche infortunio di troppo e il patatrac è servito

    A mio modo di vedere questa squadra è formata da buoni giocatori, ottimi se inseriti in uno stile di gioco, motivati e cosa non meno importante trascinati da un leader nei momenti difficili…finchè tutto andava bene siamo andati alla grande, Bellamy e agger potevano essere i leader di questa squadra, con Gerrard ancora meglio…ma appena sono arrivate le difficoltà e qualche partita steccata di troppo ci siamo sciolti come neve al sole e con un Gerrard a mezzo servizio chi ha preso per mano la squadra? Hendo di 20 anni? Suarez che litiga anche coi muri? Carrol sempre più frustrato? Kuyt o carra sulla via del tramonto? Downing che se prende una pedata chiede scusa a chi gliel’ha data? No ovviamente, l’unico che mi ha in qualche modo deluso è stato Adam perchè pensavo potesse essere un trascinatore, forse lo è e magari lo sarà ma fino ad ora è stato il più deludente

    Cosa serve ora? Serve un trascinatore, una partita da tre punti, non importa se bella o brutta, va bene anche fortunata per ricaricare le pile e riprendere fiducia perchè il morale è decisamente sotto ai tacchi….

    Io comunque credo in ognuno di questi ragazzi…avanti reds

  • Matthew Stewart

    Giustissimo Jacopo, a parte il discorso del sedersi di Kenny sono d’accordissimo su tutto tutto, parola per parola 😉

  • Jacopo

    Matt non voglio dire che lo abbia fatto coscienziosamente ma può cmq capitare, noi vediamo solo quello che succede in campo ma negli allenamenti e durante tutta la settimana non siamo con loro quindi non sò forse può aver sbagliato anche lui con Keen e Calrke, dopotutto sono umani anche loro…ovviamente sono ipotesi

  • Stefano Iaconis lo sai che ti voglio bene come un fratello però questo cazzo di titolo te lo potevi anche risparmiare eh….. non mi piace proprio……

  • Cris

    Danny,a mio parere nessuno ieri ha meritato una valutazione superiore al 5 compreso Shelvey.Tutti a dir poco imbarazzanti.Nessuno a cercato di cambiare una pessima partita.Prima di subire il goal ,qualcosa di buono era stato fatto.Poi il nulla.Nessuna reazione.Neppure Steve G ha reagito a tanta mediocrità.Mi spiace scrivere questo del nostro capitano che adoro,ma purtroppo è andata così.

  • Stefano Iaconis

    ..mario,amico mio…adoro i giochi di parole…e’solo un titolo….p.s quando scrivo una cosa,cerco di uscire dal contesto tifo,a volte e’difficile,ma ci provo sempre…chiedo scusa se il titolo magari non e’piaciuto,ma,credo,rendesse perfettamente il momento..ripeto,e’solo un titolo…..

  • Lo so Stefanuccio è un titolo che purtroppo rappresenta questo momento negativo però ovviamente da veri tifosi come me, te e gli altri ragazzi del branch dà un enorme fastidio….. a parte ciò ti voglio bene 😀

  • Liverpudlian81

    Liverpool 2011/12: 20 vittorie, 11 pareggi e 11 sconfitte.
    Liverpool con Lucas: 9 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte.
    Liverpool senza Lucas: 11 vittorie, 7 pareggi e 9 sconfitte.

    Percentuale vittorie: 47,5%
    Percentuale con Lucas: 60%
    Percentuale senza Lucas: 40%

    Percentuale sconfitte: 26,25%
    Percentuale con Lucas: 13,5%
    Percentuale senza Lucas: 33,5%

    Forse ci stiamo rendendo conto che nel Liverpool attuale un calciatore con le sue caratteristiche è indispensabile. Forse stiamo realizzando che tolto i pregiudizi dovuti a stagioni sbagliate per la giovane età, dallo scorso anno questo ragazzo era maturato moltissimo. Non dimentichiamocelo, lo avremo nuovamente con noi e diamogli il giusto tempo per recuperare.

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Caro Giorgio, capisco ed avallo la tua tesi su Lucas ma attenzione, non è lui il salvagente della squadra.

    Mi spiego, puoi avere una difesa granitica ed un centrocampo capillare ma se al primo tiro (di merda) fatto in porta ti pigli un gol come la mettiamo?

    Ti rimando a Liverpool vs Arsenal che tu hai visto dal Main Stand, cosa accadde in quell’incredibile incontro?

    Lucas c’era ma non è che poteva assumere le sembianze del portiere.

    Voglio dire, se permetti, fatti una bella statistica sul n. di tiri in porta subiti nell’intero campionato ed il n. di reti subite, credimi il risultato è terrificante.

    A centrocampo Lucas sarà anche indispensabile, io dico di no, lo reputo sicuramente una buona pedina, niente di più, ma se in difesa hai uno Skrtel che senza Agger è pari allo zero assoluto e un Reina che di media ogni tre tiri nello specchio della porta (statistica sull’intero compionato) ne raccoglie almeno uno in fondo al sacco per sue cazzate, allora metti pure tutti i Lucas che vuoi ma il risultato non cambia.

    Danny: su Hendo si potrebbe scrivere un trattato, prima domanda: perchè lo hai preso? Voglio dire dove avevi originariamente intenzione di collocarlo? Vuoi farlo crescere? bene, ma dove?

    Diamo una carta d’identità a questo ragazzo che nella prima fase del campionato mi è parso di scorgere un “Lucas 2”, sempre a rincorrere palloni e far pressing ovunque, ovvero impiegato in interdizione quando nella nazionale è un propositore, uno che detta il passaggio. Dove si giustifica il primo utilizzo piuttosto che il secondo?

    Secondo me lui e Adam hano una confusione mentale senza pari, cioè utilizzati in ruoli non loro. Kenny vuole che imparino a giocare anche in quelle posizioni? Bene, allora è normale che paghi dazio.

    Carroll domenica ha dimostrato di essere un imbecille di prima categoria e in coppia con Suarez assomigliano molto di più a Gianni & Pinotto che a due predatori d’area.

    Normalmente lo spilungone ed il brevilineo si compensano, normalmente …. questi due sembrano arrivare da due galassie dalla distanza siderale, o forse non si sopportano …..

    Facciamo giocare la squadra con un 4-4-2 che è lo schema con il quale si sono conseguiti i migliori risultati?

    Il 4-3-3 oggi come oggi non è da Liverpool, non abbiamo i giocatori.

    Insomma diciamola fuori dai denti, Kenny dove vuole arrivare con tutti sti sperimenti del cavolo? Ultimamente la sua cocciutaggine mi sta facendo incazzare e non poco. Alla fine avrà ragione lui?

    Attenzione, la proprietà aveva dato come obiettivo minimo il quarto posto, target abbondantemente fallito. Mr: Henry e Turner si accontenteranno della Carling? Staremo a vedere.

  • Matthew Stewart

    Paolo ma secondo te stanno valutando la posizione di Dalglish?

  • Jacopo

    Paolo sono d’accordo con te, il problema maggiore di questa squadra che alla fine di questo primo anno, che potremmo definire di assestamento, non ha ancora trovato una sua identità, una base solida su cui poggiare e su cui farsi scudo.
    Può essere un modulo, uno stile di gioco, un gruppo di giocatori che facciano da spina dorsale…ora come ora mi pare che tutto questo non ci sia ancora, di essere sempre un cantiere più che aperto dove le sperimentazioni siano sempre in corso e la confusione parecchio diffusa…
    dopo un anno, con la bravura e la fortuna di essersi portati a casa una coppa, dobbiamo tirare su le somme, scegliere una base da cui partire, fare chiarezza nella testa dei giocatori e proseguire per quella strada perchè in molti casi saper cambiare è un pregio ma dare anche un’unità d’intenti è di primaria importanza per creare un contesto solido su cui poi poter lavorare e rendere sempre migliore.
    Sennò come hai detto bene te molti giocatori non ci capiscono più niente.

  • Jacopo

    Matt ti posso rispondere anche io: puoi essere anche dio sceso in terra ma quando i risultati incominciano a mancare, anche soltanto inconsciamente qualcuno può incominciare a storcere la bocca e a farsi domande…anche se ti chiami Kenny Dalglish

  • Jacopo

    intanto qualche buona notizia

    aston villa res 1 – 4 liverpool res ( ecclestone, suso, mclaughlin, ngoo)

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)

    Vedi Matteo, in questo caso Jacopo è stato lapidario ma realista.

    Mr. Henry prima di assegnare l’incarico a Dalglish, come tu ben sai, ha tergiversato non poco poi, presa la decisione lo ha appoggiato a fondo in tutto e per tutto come è giusto che sia.

    Ora bisogna vedere quale sia il suo vero mandato:

    01 – Ricostruire la squadra e portarla a risultati vincenti garantendogli tranquillità e serenità nelle scelte e nelle operatività;

    02 – Ricostruire la moralità di una squadra distrutta da sappiamo bene chi (tra l altre cose l’avvoltoio è sempre lì che gira con la speranza di ritornare) dare un nuovo corso per poi passare il testimone a qualche allenatore moderno;

    03 – Durata del contratto di Dalglish?

    04 – Ricordo che il primo acquisto di Henry è stato Comolli definito il più grande acquisto societario. Dalglish è arrivato parecchio tempo dopo, quindi è Comolli che deve rifare il Liverpool, con Dalglish e non viceversa.

    Domanda cattiva: Il Re è nudo? Mah …. io spero di no ma la decisione di non porre rimedi a Gennaio, secondo me uno era indispensabile, ogni tano mi fa riflettere. Sbaglierò? Spero proprio di no.

  • Liverpudlian81

    La cosa preoccupante è che questa squadra non ha trovato una sua identità. Lo scorso anno Kenny la trovó subito e volammo, poi in estate qualcosa è andato perso. È questa la cosa importante.

    Ah se interessa, la Lazio vende Hernanes.

  • tutte le analisi che ho letto sono condivisibili e tecnicamente corrette,ma io continuo a pensare male….qualcuno rema contro…chiamatemi visionario o menagramo,ma nella mia vita da tifoso di queste cose ne ho viste troppe e la mia sensazione e’ questa.

  • Matthew Stewart

    Cody, se fosse vero chiunque esso sia andrebbe cacciato a pedate..

  • Jacopo

    Ovviamente claudio per avere un’involuzione del genere non possiamo ridurre la causa ad un solo fattore ma come accade nel 99% dei casi è la somma di molte cose:

    1. La squadra si è indubbiamente seduta dopo le scorpacciate in coppa
    2. Si sono infortunati alcuni giocatori chiave : Agger e Bellamy su tutti ma anche Johnson-Kelly praticamente uno dopo l’altro
    3. C’è molta confusione a livello tattico, molta gente non sà più cosa deve fare in campo, su tutti henderson ne è l’esempio lampante, per metà campionato messo in mezzo al campo, poi sulla tre quarti, poi interno, poi ancora sull’esterno
    4. Vuoi Claudio che non ci possa essere anche un quarto fattore, come da te maliziosamente suggerito, riguardante il comportamento di qualche giocatore che possa remare contro?? bè si può essere, a maggior ragione ora sul finire della stagione quando il mercato sta per riaprire…

    i fattori sono molti, quello che di solito paga lo scotto per tutti è l’allenatore nonostante possa essere colpevole soltanto di aver creato un pò di confusione tattica…

    i segnali sinceramente non sono buoni…

    io sono con Kenny fino alla fine, te, paolo e molti altri di noi sono con il re ma già alcuni lo stanno pesantemente criticando ( non voglio dare colpe, ognuna ha la propria idea sia ben chiaro) e come succede fra noi capita sicuramente anche a liverpool questo è indubbio….

    alla fine tutto sta nelle mani di Henry e co.
    anche se fosse stato scelto come traghettatore (spero di no) il suo lavoro penso non si possa ritenere terminato a giugno perchè i lavori sono ben lontani dall’essere terminati

  • Matthew Stewart

    http://www.independent.ie/sport/soccer/premier-league/fsg-to-demand-written-report-from-dalglish-on-underachieving-reds-3068612.html

    (La proprietà chiederà una relazione scritta a Kenny sugli ultimi deludenti risultati)

    Ahi..

  • robertino.80

    Tutti questi commenti voglio vederli scritti da voi quando il DOUBLE sarà COMPLETATO.
    Liverpool-arsenal 1-2, sulla rete Van PERSIE è girato il campionato piaccia o no.
    Le motivazioni al giorno d’oggi sono tutto.
    Il campionato del liverpool non era male (almeno come gioco) fino a quelle data.
    Ora pensatela come volete, io non dico che bisogna perdere sempre e sono molto incazzato, ma con il QPR la squadra ha fatto 82 minuti di ottimo livello. Con il WIGAN ha fatto schifo, a NEW CASTLE l’arbitraggio è li da vedere, oltre ai soliti errori nostri.
    Poche cazzate dopo quella gara con L’arsenal IL DOUBLE è diventato l’unico obiettivo, ed in questo sport le motivazioni sono troppo importanti.
    Faremo IL DOUBLE, io ne sono straconvinto……

  • robertino.80

    è tutto un trucco…ragazzi, L’EVERTON è gasatissimo, si sentono già in finale, MOYES pensa di vendicare il 3-0….ci danno per morti, ma non hanno capito che i MORTI SONO LORO, e che si opporrà tra noi e il DOUBLE!!!!

  • robertino,non sai quanto prego che tu abbia ragione…

  • Matthew 44 = ovviamente spero di sbagliare clamorosamente….

  • robertino.80

    CODY; KEEP CALM
    Vedrai un buon liverpool (ho detto buon non fenomenale) contro l’ASTON VILLA.
    Tanto x far ADDRIZZARE le antenne a MOYES, vedrai un liverpool penoso, imbarazzante il martedi’ a BALCBURN (gita scolastica a visitare il loro stadio), e poi faremo una bella sorpresona a MOYES…..
    KEEP CALM….WE ARE GOING TO COMPLETE A DOUBLE!!
    A WOODISON sono tutti gasatissimi, lasciali gasarsi un po’, lasciali vivere, lasciali respirare xchè stanno per MORIRE…..

  • Jacopo

    Rob così ci fai gasare tantissimo!! dovresti fare il motivatore !! secondo me con te anche Downing se ne andrebbe per tutto il campo a menare gli avversari!!

    com’n redmen

  • lorenzo.picarella

    Prima di gennaio i problemi erano questi:
    1)sterilità e sfiga in attacco
    2)sbagliati tutti i rigori
    risultato: 5 posizione (immeritata), situazione rimediabile
    secondo me i motivi del graduale calo di prestazioni da gennaio in poi son questi:
    1)l’affare suarez ha penalizzato non solo lui ma tutta la squadra
    2)l’infortunio di lucas; da quando non gioca più spesso mi capita di vedere che spearing (spesso per inesperienza), gerrad, adam non coprono affatto bene a centrocampo. Secondo me si sente la sua mancanza (poi posso anche sbagliarmi)
    3)quando agger e skrtel sono assieme non si passa. Purtroppo skrtel son 2 anni che gioca tutte le partite e mi sa che sta avendo una flessione (scusabile dire) in più manca daniel che viene coperto da un carra arruginito.
    4)la vittoria in carling può aver scemato l’entusiasmo. Se fosse vero sarebbero da prendere a pedate
    5)molti nuovi giocatori se prima non brillavano ora si son persi alla grande

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)
  • Liverpudlian81

    http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=342749

    qui l’agente di Hernanes parla del Liverpool…

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)
  • Jacopo

    Chi sarebbe? È ufficiale la notizia?

  • Jacopo

    Ovviamente non siamo in programmazione sabato contro l’aston villa, un’altro classico della premier buttato nel cestino da sky