donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

L’ultimo passo: direzione ottavi di Champions League.

La Kop ci ricorda chi siamo

Archiviata la bellissima vittoria per 5-1 in quel di Brighton in Premier League, il Liverpool è atteso dall’ultima giornata del girone di Champions League ad Anfield contro i russi dello Spartak Mosca guidati da Massimo Carrera. Girone tutto sommato semplice in cui i Reds, però, si sono complicati la vita soprattutto a causa dei pareggi incredibili contro il Siviglia e quello, all’andata, contro i russi. Fu un 1-1 pazzesco quello di Mosca, dove i ragazzi di Klopp sprecarono tantissime occasioni da goal permettendo ai russi di uscire indenni da una partita totalmente dominata dal Liverpool.

Ma la testa della classifica è ancora nostra e basta solo un pareggio ai Reds per andare agli ottavi o una vittoria per arrivarci come testa di serie. In ogni caso si tratta una partita decisiva per –finalmente- tornare in quella fase ad eliminazione diretta della massima competizione Europea che ci manca dal lontano 2008/2009, dove surclassammo il Real Madrid con un punteggio complessivo di 5-0. Lo Spartak Mosca, dal canto suo, come minimo ha assicurato il posto in Europa League ma darà sicuramente battaglia per garantirsi un successo storico che lo porterebbe agli ottavi di finale solo per la seconda volta nella storia del club: la prima e ultima volta è stata nel 1995/96 quando la squadra russa riuscì ad arrivare ai quarti di finale.

I Reds arrivano a questa gara da un momento più che positivo: dopo la disfatta di Wembley con il Tottenham del 22 Ottobre scorso, i ragazzi di Klopp hanno ottenuto 6 vittorie e 2 pareggi in tutte le competizioni, segnando 25 goal e subendone solo 6. Grandi risultati ottenuti, tra l’altro, con un ampia rotazione di uomini effettuata da Klopp che forse, memore del disastroso Gennaio dello scorso anno, sta facendo riposare a turno i suoi giocatori in un periodo, quello di Dicembre, dannatamente pieno di impegni in Inghilterra, l’esatto contrario di ciò che succede in Germania, patria del nostro manager. Mancherà all’appello, oltre a Clyne ormai fermo ai box da inizio stagione, Joel Matip infortunatosi prima della gara di Brighton e che dovrà stare lontano dal campo per qualche settimana. Anche Lallana non farà parte di questa partita, dato il suo lento recupero dopo il brutto infortunio muscolare che lo ha tenuto lontano dagli allenamenti per 3 mesi. Tornano invece tra i convocabili, Gomez e Klavan.

Lo Spartak Mosca, che non avrà nulla da perdere, si presenterà più agguerrito che mai, cavalcando l’onda dell’entusiasmo degli ultimi risultati ottenuti in campionato. La squadra di Carrera è quarta nella Premier League Russa a sole 2 lunghezze dal secondo posto occupato dallo Zenit di Roberto Mancini, battuto pochi giorni fa per 3-1. Risultato seguito da un’altra vittoria per 1-0 in trasferta contro l’Arsenal Tula.

Firmino incredulo dopo l’ennesima occasione sprecata nella gara di andata

Insomma, gli ingredienti per un’altra grande notte Europea ad Anfield ci sono tutti, sperando che l’atmosfera sia quella giusta e che i ragazzi di Klopp continuino ad incantare soprattutto in attacco dove Firmino, Salah, Manè e Coutinho -39 goal segnati fin ora- avranno ancora modo di mostrare all’Europa intera di che pasta sono fatti. Manca solo un piccolo passo. L’anonimato non ci basta più, vogliamo arrivare più in alto possibile, l’appellativo “sleeping giant” (gigante addormentato) deve scomparire. Svegliamoci e riprendiamoci il nostro posto nel calcio che conta, quello che abbiamo dominato per anni e che ci ha sempre visto protagonisti. E’ solo un piccolo passo, sicuramente alla nostra portata, ma che vuol dire tantissimo per chi ama questi colori. Up the Reds!

                                                                                                                                                        di Gabriele Kopite Ventola

Comments

comments