donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

A SIVIGLIA LA MIGLIOR DIFESA E’ L’ATTACCO

I Reds in formazione versione CL

Siamo primi in classifica del nostro girone, ma senza certezza di passare alla fase delle eliminatorie. E’una classifica tutto sommato fluida, in cui può succedere ancora di tutto, mancano due turni decisivi. La prima ovvia considerazione è che Siviglia e Spartak sono due incontri da dentro o fuori; solo la vittoria a Siviglia garantirebbe il primo posto e finirebbe lì, mentre il pareggio e/o la sconfitta potrebbero avere conseguenze pesanti rimandando tutto all’ultima gara ad Anfield contro i russi. Ci troveremmo allora a pari punti o un punto in più, in una situazione quindi di disagio e stress pericolosi per la concentrazione e la serenità. La quarta del girone, il Maribor, è una comparsa inconsistente presente per ragioni geografiche, una di quelle squadre che non si capisce perché gareggino in Champions e che ci fanno venir voglia di invocare una revisione dei criteri di accesso a questa ambita competizione. La morale di tutto questo è che se il Liverpool non vince dovrà giocarsi tutto nell’ultima giornata e sappiamo che nelle partite secche tutto è possibile, in ogni caso nella migliore delle ipotesi, arriverebbe secondo con il rischio di incrociarsi con una squadra scomoda agli ottavi. Ritroviamo sulla nostra strada il Siviglia di Jorge Sampaoli, non è la nostra bestia nera, ma poco ci manca, ha tutti giocatori di qualità, ma ha vissuto momenti migliori e non brilla in Liga, seppur il passaggio dall’era Unay Emery all’argentino giustifichi ampiamente una partenza non proprio esaltante. E’ una squadra che pratica prevalentemente un gioco ragionato, avvolgente, con lo scopo di imbrigliare l’avversario per linee orizzontali, non disdegnando inserimenti in velocità quando si presenta l’occasione, insomma una di quelle squadre che nell’arco di una partita riducono al minimo la possibilità per le punte avversarie di trovare spazi e vedere la porta. Rimane il fatto che i Reds devono vincere cercando di mettere al sicuro il risultato il prima possibile, ben sapendo che gli andalusi grazie al loro gioco non mollano quando l’avversario va in vantaggio e sono magistrali nel recuperare il risultato, caratteristica già ampiamente dimostrata all’andata e nell’ultima di Liga, dove hanno rimontato lo svantaggio e vinto 2 a 1. A Klopp il compito di individuare i punti deboli degli spagnoli, che, come noi, non sono dotati di una difesa irresistibile e soprattutto di raccomandare ai suoi di non sprecare le occasioni, perchè non capiteranno di frequente. Sulla difesa ci affidiamo alla buona sorte, sperando nella giornata positiva di Matip, Lovren e Karius, sapendo di poter contare – finalmente con continuità – su Firmino, Coutinho, Salah e Manè, ma se il ragazzino Trent Alexander-Arnold ci deliziasse con una delle sue prodezze portandoci i tre punti, saremmo ancora più soddisfatti per lui e per il nostro futuro. Giochiamola spendendo il massimo per vincere, solo per vincere, ne abbiamo il dovere e la qualità, facciamolo per trasformare la gara del 6 dicembre ad Anfield contro lo Spartak Mosca in una festa libera da stress e tensioni che ogni tanto fa bene.

Al Chelsea ci penseremo da mercoledì.

YNWA!

Federica Varotto

Comments

comments

  • giovannireds

    Partita da vincere assolutamente la squadra la vedo ben concentra e non ci dovrebbero essere problemi a battere il siviglia…poi con un salah così….