donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Molto più di un match…

La telenovela Van Dijk ha occupato tutta la sessione del mercato estivo dei Reds

Liverpool-Southampton, inizia il tour de force: i Reds chiamati ad ignorare la pausa e a ripetere i risultati recenti.

Dopo due settimane di attesa per gli impegni delle Nazionali ritorna finalmente la Premier League. Il Liverpool di Klopp&Co è atteso domani pomeriggio per la sfida casalinga contro il Southampton di Mauricio Pellegrino. “Le partite dopo la sosta sono spesso un’incognita, ma noi proveremo a portare a casa un altro risultato utile per la classifica pur sapendo che si tratterà di una partita difficile”, così Jurgen Klopp nella conferenza pre-match di qualche ora fai in cui ha inoltre annunciato la sua completa guarigione dopo il malore degli ultimi giorni. Così come si evince dalle parole del mister, il Liverpool è chiamato ad “ignorare” la pausa, a mostrare sì i risultati  del periodo di riposo e di “riabilitazione” e a confermare, però, con più forza e freschezza nelle gambe quanto fatto e quanto ottenuto nelle ultime uscite, sia di campionato che di Champions League. Classifica alla mano quella contro i Saints è un’occasione che non va mancata, sia perché si giocherà tra le mura di Anfield in cui non è arrivata finora alcuna sconfitta, ma soprattutto perché questa aprirà un ciclo di 9 partite, fino al match fuori casa contro il Bournemouth e prima della sfida in esterna contro l’Arsenal, che tra Premier League e Champions costringeranno i Reds a scendere in campo ogni 3-4 giorni.

I precedenti storici contro i biancorossi dell’Hampshire ci sorridono, ma se guardiamo ai quattro incontri della recente e passata stagione, andata e ritorno di League Cup e le due gare di campionato, il bilancio è tutt’altro che rassicurante: 2 sconfitte e 2 pareggi, 0 gol realizzati e 2 subiti. La solidità del reparto difensivo di Pellegrino, guidato dall’oggetto del desiderio dell’estate Virgil Van Dijk, è anche in questa stagione uno degli elementi caratterizzanti della formazione del South-East nonostante la 13esima posizione in classifica, giustificata d’altronde da una poca incisività dell’attacco biancorosso. Klopp conosce bene questa peculiarità degli avversari e, come ricordato proprio oggi in sala stampa, non ha dimenticato gli stop dello scorso anno: “Sarà una partita difficile nonostante le situazioni di classifica. Loro hanno un’ottima difesa e ricordo molto bene le occasioni mancate della passata stagione”. Se da un lato, dunque, al nostro tridente offensivo sarà affidato il compito di scardinare la difesa biancorossa, la priorità in casa Liverpool rimane tuttora la ricerca di una coesione stabile ed affidabile del reparto arretrato che, ad onor del vero, negli ultimi impegni ha mostrato netti segnali di miglioramento come sottolineato dallo stesso Klopp, nonostante vada sottolineata la modestia degli avversari recenti: “Negli ultimi match abbiamo registrato un miglioramento, soprattutto dal punto vista dell’intensità di gioco e del pressing, ma c’è ancora da lavorare. La tenuta difensiva è stata la principale criticità di questo avvio di stagione e sappiamo che dobbiamo crescere in quanto gruppo e non focalizzarci sugli errori o sulle distrazioni dei singoli”.

Spazio alla formazione. In base a quelle che sono state le indicazioni sugli infortunati e la predica alla calma di Klopp che ha ricordato la serie di impegni riavvicinati che coinvolgeranno i Reds, la formazione per la gara di domani sembra già scritta con un paio di ballottaggi a centrocampo e in attacco. Mignolet sarà tra i pali, la difesa a quattro vedrà con molta probabilità la coppia centrale Klavan-Matip con Gomez, fresco di esordio in nazionale maggiore inglese, e Moreno sugli esterni. Ancora incerti i tempi di recupero per Clyne che ha da poco subito l’intervento chirurgico dopo l’infortunio estivo. A centrocampo Henderson dovrebbe farcela e sarà affiancato da Wijnaldum e Oxlade Chamberlain. Milner e Grujic sono a disposizione, mentre Lallana è tornato ad allenarsi da tre giorni dopo l’infortunio e probabilmente sarà risparmiato per l’impegno europeo contro il Siviglia. In avanti dovrebbero trovare posto Mané, Salah, che ha da pochissimo ricevuto il premio come miglior giocatore africano della stagione, e Firmino. Coutinho e Sturridge potrebbero trovare spazio a partita in corso e possono rappresentare due risorse importanti anche in ottica turnover. Il brasiliano, in particolare, sembra aver lasciato alle spalle i dissidi estivi dovuti alle vicende del mercato e in un’intervista rilasciata giusto qualche giorno fa ha promesso all’ambiente che il suo percorso di crescita nel Mersey è tutt’altro che finito.                                                                     

di Riccardo Aulico

Comments

comments