donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Nuova stagione, solite beffe: Watford-Liverpool 3-3

 

Nuova stagione, vecchie delusioni per il Liverpool, fermato 3-3 dal Watford con un gol su rimpallo di Britos in posizione di fuorigioco in pieno recupero. Una rete che nega ai Reds una vittoria che avrebbero meritato per quanto fatto nella ripresa, quando hanno ribaltato il risultato di un brutto primo tempo passando da 1-2 a 3-2, divorandosi più volte l’occasione del poker. Il Liverpool, a parte sfortuna e gol finale in fuorigioco, ha dimostrato però ancora una volta di avere tantissimi limiti difensivi, soprattutto al centro con Lovren che ne ha combinate di tutti i colori, in coppia a un Mignolet, che oggi sembrava nuovamente il pulcino indifeso di due anni fa e non il leone sicuro di sé della passata stagione. Probabilmente la vicenda Coutinho e l’imminente preliminare di Champions, hanno avuto un impatto negativo sulla squadra di Klopp, soprattutto nell’approccio al match, ma è comunque imperdonabile regalare due gol in mezz’ora al Watford. Vero, è arrivata la reazione, il Liverpool è andato in vantaggio e avrebbe meritato ampiamente il successo, ma una squadra attenta avrebbe chiuso questa partita 0-3 in 60 minuti. Una grande squadra non può concedere certi errori, ma probabilmente per essere una big, questa formazione ha bisogno di un paio di acquisti, da portare a Melwood entro la chiusura del mercato. La speranza è che questo 3-3 svegli qualcuno tra società e allenatore, se non si può arrivare a certi obiettivi, allora bisogna attuare un piano b, ma mai restare immobili.

LA CRONACA

Dopo un’estate nella quale non ci siamo fatti mancare nulla, tra rumors di mercato, qualche presentazione, voci di budget altissimo e contemporaneamente di possibili cessioni, la rincorsa a Van Dijk, il comunicato di scuse al Southampton per aver parlato con il difensore olandese, quello in cui si è annunciata la ferma decisione di non
cedere Coutinho e la richiesta ufficiale di cessione da parte del brasiliano, finalmente si gioca. A Watford Klopp lancia a sorpresa Moreno nell’undici titolare, si affida alla coppia titolare Matip-Lovren, mentre davanti schiera il tridente afro-brasiliano con Salah, Mané e Firmino. Dall’altra parte tante vecchie conoscenze della Serie A, con un undici sulla carta molto difensivo.
Il Liverpool fa la partita, ma i padroni di casa si difendono in modo composto con un 4-5-1 attento e tanta aggressività. Quella che manca ai Reds, che al 7’ rischiano già su una ripartenza di Pereyra, il cui tiro viene deviato in angolo. Non c’è il tempo di fare un sospiro di sollievo che proprio dal corner arriva il gol di Okaka, lasciato libero di colpire in porta a un metro dalla porta (Lovren dove sei?). Il Liverpool prova a reagire, ma finisce ingabbiato dal gioco difensivo della squadra di Marco Silva, subendo l’assenza di spazi per la velocità di Firmino e la poca qualità del centrocampo. Al 29’ i Reds riescono finalmente a creare la prima occasione e trovano il pareggio con Mané. Il sengalese allarga per Moreno, che tocca di prima per Can, il quale libera con uno splendido assist Mané, come sempre freddissimo sotto porta per il pareggio. Al 31’ però l’ennesima devastante disattenzione difensiva del Liverpool: Moreno sbaglia l’anticipo, Doucouré serve in profondità Cleverley, Lovren non si allarga, palla dentro per Okaka che non arriva, ma un rimpallo fortunato libera Doucouré, che a porta vuota segna il 2-1 dei londinesi. Salah ha la grande occasione al 38’, quando una disattenzione di Holebas lo lancia a tu per tu con Gomes, ma l’egiziano spara clamorosamente alto. L’egiziano sbaglia ancora tutto al 46’, quando viene ottimamente liberato sulla destra, ma il suo cross al volo termina altissimo. I Reds arrivano a un passo dal pareggio al 48’, con Manè, che colpisce di testa su cross perfetto di Firmino, ma manda il pallone di un soffio a lato. Si va così al riposto sotto di un gol.

A inizio ripresa la prima palla è subito per Salah, che si libera bene e manda a lato. Dopo 9 minuti bella palla di Matip per Firmino, che libera Salah, il quale anticipa Gomes e viene messo giù. L’arbitro assegna giustamente il rigore e dal dischetto Firmino non fallisce per il 2-2. Passano due minuti e il Liverpool ribalta il risultato, quando Firmino riceve da un lancio di quaranta metri da parte di Lovren, con un pallonetto su Gomes serve Salah che anticipa Britos e infila il 3-2. Nel Watford entra il velocissimo Gray, ma dall’altra parte Salah è molto più sicuro dopo il gol segnato e fa soffrire i padroni di casa. Moreno fa partire un gran tiro dal limite che Gomes manda in angolo, mentre sul seguente angolo Matip anticipa tutti di testa ma la traversa dice no. Gomes compie un altro miracolo al 70’ su un bel colpo di testa di Lovren su azione d’angolo. I Reds arrivano nuovamente vicino al quarto gol al 71’ con Salah, che spedisce alto con un bel tiro dal limite, dopo aver ricevuto palla da un ottimo Moreno. Il Watford lascia qualche spazio in più e nelle ripartenze ha diverse occasioni, soprattutto sfruttando la velocità di Salah che al 77’ manda a lato su assist di Firmino. A dieci minuti dalla fine Klopp effettua il primo cambio, spedendo in campo Origi per un Firmino apparso un po’ stanco. I padroni di casa, nonostante un Kaboul a mezzo servizio per problemi muscolari, ci credono e provano a mettere in difficoltà i Reds, ma in contropiede Mané libera ottimamente Wijnaldum, che da posizione centralissima calcia malamente a lato. Klopp si copre e toglie Salah, ottimo protagonista nella ripresa, al cui posto entra Milner. Ultimo cambio in pieno recupero con Gomez che sostituisce un bravissimo Alexander Arnold.
Al 93’ Britos ci prova con un gran tiro dal limite, ma trova la pronta risposta di Mignolet in angolo, dal quale arriva un clamoroso gol di Britos, in fuorigioco, per il 3-3, ma anche l’ennesima dormita difensiva del Liverpool e dello stesso Mignolet. 30 secondi dopo Richarlison rischia anche di segnare il gol di una clamorosa vittoria per il Watford, ma per fortuna il suo colpo di testa è finito a lato.
Finisce così 3-3, primi due punti persi nella corsa all’Europa. Ora però concentrazione sull’Hoffenheim, perché martedì ci si gioca una fetta importante della stagione, ma soprattutto si può riprendere un po’ di respiro e mettere da parte un’estate che tra infortuni, mancati arrivi, richieste di cessione e primo mezzo passo falso, sembra un incubo.

Watford – Liverpool 3-3 (2-1)
Watford (4-2-3-1): Gomes; Janmaat (18’pt Femenia), Kaboul, Britos, Holebas; Chalobah, Doucouré; Amrabat, Cleverley, Pereyra (4’st Richarlison); Okaka (18’st Gray). All.: Marco Silva. A disp.: Pantillimon, Prödl, Watson, Capoue, Gray.

Liverpool (4-3-3): Mignolet 5; Alexander Arnold 6.5 (45’st Gomez), Matip 6, Lovren 4.5, Moreno 7; Henderson 6, Can 7, Wijnaldum 6.5; Salah 7 (40’st Milner), Firmino 6.5 (35’st Origi 5), Mané 7. All.: Klopp 5. A disp.: Karius, Klavan, Grujic, Solanke.

Marcatori: 8’pt Okaka, 29’pt Mané, 30’pt Doucouré, 10’st Firmino (Rig), 12’st Salah, 48’st Britos.

YNWA, Giorgio Capodaglio

Comments

comments