donazioni
Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

DIFENDERE IL PODIO!

Vincere le due partite che ancora mancano e poi pensare al futuro. Anche quest’anno finale di Premier senza emozioni, carico di attese per l’anno che verrà e la sola ambizione di non cedere il podio al City per evitare la roulette dei preliminari Champions.

Bel passo avanti rispetto allo scorso anno, però rimane la sensazione di aver sprecato (ancora una volta) una buona occasione, va bene i Blues inafferrabili, va bene tutto, ma l’amaro in bocca non va via, mi rimbalzano alla mente le preoccupazioni di chi, quando tutto andava gonfie vele, richiamò l’attenzione sui troppi goal subiti, ma si vinceva e un po’ ci volevamo credere : sarà l’anno giusto?

Macchè, puntuale come tradizione vuole, arriva il periodo nero, arrivano le sconfitte e i pareggi incomprensibili, arrivano le sfortune anch’esse puntuali come ogni anno, arriva la flebile speranza di un posto in Europa…ed eccoci qua a due passi dal filo di lana a smaniare per l’ultimo posto buono di Champions e covare una grande voglia di riscatto, ma dall’anno prossimo. Sembra un film già visto.

Domenica gara da brivido, costretti a vincere per consolidare il terzo posto e volare in Champions. In alternativa, il sorpasso del City costringerà i nostri ad un ennesimo match dall’esito incerto.

Tensione alle stelle dunque, se sicuramente la Top 4 è a portata di mano, il West Ham può rivelarsi un avversario ostico (vedi ultimo match con gli Spurs).

Gli Hammers, imbattuti da cinque match consecutivi, non hanno subito goal negli ultimi tre incontri casalinghi. Vantano in campo una squadra solida e ben costruita, potente negli scontri aerei, fisicamente forte. Sarà decisivo per noi prevenire i cross e dominare il gioco fin dall’inizio anche perché loro, sono risoluti a guadagnare posizioni in classifica e a battersi fino all’ultimo, come ha dichiarato Bilic.

Ci potrebbero favorire le numerose defezioni tra le fila del West Ham, primo tra tutti l’ex Red Andy Carroll seguito da Ogbonna, Antonio.

Da parte nostra c’è la consapevolezza della difficoltà e dell’ importanza della gara. Se contro i Saints sono emerse, ancora una volta, tutte le debolezze e le difficoltà dei nostri, ora non possiamo più permetterci errori, dobbiamo serrare i ranghi e dimostrare carattere.

A tutt’oggi le difficoltà e sfortune che dir si voglia, non sono mancate: i troppi infortuni, anche di titolari di peso, l’incapacità di reggere la tensione e gestire il gioco, scelte tattiche non sempre azzeccate, a volte discutibili. Questa potrebbe essere l’occasione per rifarsi, l’occasione anche per Sturridge di guadagnarsi un posto da titolare, come non avviene da gennaio.

Più che una partita è quasi una finale, ci giochiamo il tutto per tutto, o la va o la spacca.

Un valido aiuto ci potrebbe venire anche dallo Stoke City che domenica al Britannia Stadium potrebbe fermare l’Arsenal, impedendogli di guadagnare terreno.

Certo che con un attacco rinnovato, una migliore preparazione fisica e mentale e la giusta dose di grinta possiamo farcela e tenerci ben stretto quel tanto sospirato podio.

 

Federica Varotto

YNWA

Comments

comments