donazioni
Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Quasi cugini…

Duecentoventottesimo confronto tra le due squadre, nella trentesima partita di Premier League per i Reds, va in scena il derby della Merseyside ad Anfield. Derby come al solito caldissimo, con un Everton in grande forma (nove vittorie nelle ultime tredici partite) e un Liverpool che sembra essersi lasciato alle spalle il periodo nero di Gennaio-Febbraio. Partita anticipata dalle giustissime critiche rivolte da entrambi gli allenatori alla futile pausa delle nazionali, che come risultato ha portato una serie di infortuni(anche a lungo termine), da ambo le parti, che avranno un pesante impatto sia su questa partita, ma anche in quelle a venire. Ancora una volta viene sottolineata l’inadeguatezza del sistema delle Nazionali, e delle dannose pause che esse comportano.

Ma torniamo al calcio vero.

Il Liverpool scende in campo col consueto 4-3-3, ritrova Lovren in difesa, ma perde Lallana(oltre al già assente Henderson): Mignolet, Matip, Lovren, Milner, Clyne, Emre Can, Wijnaldum, Lucas, Mane, Coutinho, Firmino. 

La partita inizia subito su ritmi infernali, la tecnica lascia decisamente il passo alla fisicità, che in mezzo al campo la fa da padrone, con molti interventi al limite(e spesso oltre) del regolamento. Il primo squillo arriva quasi subito. Mane, che ancora una volta decide di sottolineare chi sia l’esterno offensivo più forte al mondo in questa stagione, porta avanti palla, resiste alla carica di un giocatore dell’Everton, entra in area, dribbla con uno scatto il difensore, e tira angolatissimo sul 2° palo, facendo tunnel a un altro difensore e beffando nettamente il portiere. Goal bellissimo, e 1-0.

Mane apre le marcature

Mane apre le marcature

Il Liverpool domina nel possesso palla e nelle giocate. Pochi minuti dopo infatti è Coutinho che dopo un lancio eccezionale di Emre Can, e dopo un dribbling che mette fuori tempo tutta la difesa dell’Everton, fa partire uno dei suoi soliti destri a giro, che però non va a segno grazie ad una gran parata di Robles. Al 28° però arriva la beffa. Un bel calcio d’angolo dell’Everton coglie come al solito impreparata la difesa del Liverpool. La palla è lasciata rimbalzare in area piccola, e infatti il debuttante Pennington prende l’occasione al volo e segna l’1-1 da distanza ravvicinata. Doccia fredda per un Liverpool che fino a quel momento aveva concesso 0 tiri in porta all’avversario. Il freddo dura pochissimo però perchè 3 minuti dopo, al 31°, Coutinho al termine di un’azione personale magnifica, in cui dribbla un paio di difensori, insacca uno dei suoi classici destri a giro. Due a uno e tutto da rifare per l’Everton. Si chiude un primo tempo intensissimo.

Il ritrovato Coutinho firma il raddoppio

Il ritrovato Coutinho firma il raddoppio

Il secondo tempo ricomincia sulle note del primo, un Everton che non si arrende mai, al cospetto di un Liverpool che tecnicamente e tatticamente ha moltissimo da mostrare. Circa al 50° arriva un’altra doccia fredda per il Liverpool, ma non per colpa di un goal subito. Sadio Mane infatti subisce l’ennesimo intervento scellerato di uno dei giocatori dell’Everton, ed è impossibilitato a continuare. Il danno sembra serio con una distorsione al ginocchio. Al suo posto entra Origi. Sembra il classico copione della partita che potremo e dovremmo vincere, ma in cui tutto va male. Tutto. Se non fosse che noi quest’anno abbiamo dimostrato molte volte di essere più forti, anche della sfiga. Ed è cosi che il neo entrato Origi, ricevendo un assist geniale di Coutinho, insacca il tre a uno con un missile da bordo area.

Origi chiude il 129° derby della Merseyside

Origi chiude il 129° derby della Merseyside

Giustizia è fatta, per un Mane che esce infortunato, una palla che entra nella porta nemica. Da questo momento in poi si alternano belle azioni del Liverpool, a fiammate dell’Everton che però non creano particolari pericoli. L’Everton non si da per vinto fino alla fine, com’è loro costume, ma non vanno mai vicino ad iniziare una rimonta. Ci si avvia cosi verso il triplice fischio, e verso una vittoria fondamentale per il Liverpool. Da segnalare che con questa vittoria, Jurgen Klopp diventa il primo tecnico della storia dei Reds a vincere i suoi primi 3 derby della Merseyside. Da segnalare anche l’eccessiva durezza, al limite della scorrettezza, dei giocatori dell’Everton, che in alcune occasioni intervengono sull’uomo ignorando la palla, col solo scopo di far male. Adesso attendiamo notizie su Sadio Mane.

di Alessandro Tulin

Comments

comments