donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Un tabù da sfatare

C’è la prima sconfitta stagionale da vendicare e cosa più importante, un secondo posto da raggiungere e consolidare. Tutto il resto non conta. Non è mai stato facile e non lo sarà neanche stavolta, ma davvero questa per il Liverpool è l’ultima occasione per rilanciarsi.

Lo scontro casalingo contro il Burnley sarà rivelatore, riusciranno i nostri finalmente a superare la sindrome da “debacle” contro le cosiddette squadre minori?

Brucia ancora la sconfitta del 20 agosto contro i Clarets a Turf Moor e anche allora sembrava una passeggiata.

La grinta dei Clarets

La grinta dei Clarets

Con il Burnley, inizia la parte di stagione che conta, dove le partite si vincono più con la testa che con le gambe, dove gli obbiettivi ambiti all’inizio si fanno chimera o diventano realtà e soprattutto, dove si consolidano gli equilibri di una squadra che voglia legittimamente crescere e ritagliarsi un ruolo di protagonista nell’olimpo della Premier. Chissà che finalmente l’anno prossimo sia la volta buona. Se vogliamo fare il salto di qualità è necessario sbrigare la pratica Burnley, sempre con il dovuto rispetto, ma senza esitazione, con la consapevolezza che la casacca red non può e non deve avere alcun timore reverenziale con le medie e piccole squadre; è ora di sfatare questo tabù!!

I Clarets a tutt’oggi non vincono fuori casa, solo due punti raccolti in tutta la stagione, probabilmente si accontenteranno di un pareggio. In teoria per noi, un match non particolarmente impegnativo. Veniamo da una brillante prestazione contro i Gunners e possiamo contare su un attacco ben collaudato; invece una seria minaccia potrebbe  venire da avversari come Robbie Brady, forte della sua abilità su calci piazzati, quei calci piazzati tanto temuti dalla nostra fragile difesa.

Assenti, tra le fila del Liverpool, Henderson e Sturridge ancora infortunati. In sospeso la presenza di Firmino, sicuro il ritorno di Lovren in difesa.

In definitiva, l’obiettivo che ci compete quest’anno è il secondo posto, inutile pensare al Chelsea, in fuga verso la vittoria, anche se a mio parere dall’anno prossimo avrà qualche problema in più e uomini da sostituire.

Non dobbiamo temere il futuro, è più nostro che di altri team di Premier, basta crederci, basta irrobustire la difesa e mantenere il timone che c’è. I risultati arriveranno di sicuro.

YNWA

Federica Varotto

Comments

comments