donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Ultimo dell’anno col botto.

Jimbo Milner celebra il gol dell'Ex...

Jimbo Milner celebra il gol dell’Ex…

Un ultimo dell’anno più scoppiettante non si poteva chiedere. La 19a giornata di premier che classicamente chiude il vecchio anno e accoglie il nuovo non sarà infatti banale per il Liverpool guidato da Jurgen Klopp. Anfield sarà teatro del big match contro la corazzata Manchester City targato Guardiola che a inizio campionato era ritenuta la squadra da battere. Il Liverpool dal canto suo partiva in sordina nonostante le numerose aspettative per la prima stagione completa del manager tedesco e ad oggi non possiamo che ritenerci soddisfatti visto l’andamento della squadra e il bel gioco espresso. Con una rosa di qualità ma che a nomi non può essere paragonata alle altre grandi del calcio inglese, la squadra rossa del Mersey ha dominato su qualsiasi campo abbia giocato espugnando terreni importanti come l’Emirates alla prima giornata e Stamford Bridge. I reds hanno anche guidato la classifica per un periodo di tempo per poi pagare una leggere flessione con la sconfitta di Bournemouth e il pareggio casalingo contro il West Ham, due partite che molto probabilmente i reds avrebbero meritato di vincere, anche con un risultato molto largo, e solo il concatenarsi di infortuni, sfortuna e errori difensivi madornali ha fatto si che si perdessero per strada punti pesanti. Il gioco e la mentalità non sono in ogni caso mai venuti meno.

Nessuno si tira indietro

Nessuno si tira indietro

Viceversa non si può dire lo stesso della compagine guidata da Guardiola che, eccezion fatta per una partenza da urlo, ha sempre faticato a assimilare le nozioni di gioco del tecnico catalano e ha subito importanti imbarcate come la sconfitta contro il Leicester e quella casalinga contro il Chelsea. Proprio la compagine londinese, guidata da Antonio Conte, sarà spettatrice a dir poco interessata del contenzioso che andrà in scena ad Anfield alle ore 18.30 italiane. Il Chelsea infatti ha avuto un andamento diametralmente opposto ai citizen: partenza a dir poco stentata con pesante sconfitta contro l’Arsenal per poi incominciare ad inanellare un filotto di 12 vittorie che ha portato i blues al comando della classifica a +6 proprio sui reds. Ancora una volta sembra quindi delinearsi quel ménage à trois che caratterizzò la premier 2013-14 con i Citizen capaci di vincere in volata proprio sul Liverpool grazie allo sgambetto dei blues ad Anfield. Stavolta invece, la squadra di Conte spera che le venga restituito involontariamente il favore con un pareggio che potrebbe mandare in fuga il Chelsea atteso da una ben più morbida sfida in casa contro lo Stoke City. I reds sono quindi chiamati a vincere se vogliono dare un forte segnale in questa lotta per il titolo e  Klopp sa bene che questa partita vale molto di più di un sereno brindisi di fine anno e proprio per questo ha sottolineato fermamente in conferenza stampa che l’unico vantaggio che ha la sua squadra sul City è rappresentato da Anfield. Anfield che sembra essere tornato fortezza inespugnabile, baluardo insormontabile, campo in cui ogni avversario sa anticipatamente che non raccoglierà tre punti. Sotto la cura Klopp e l’ampliamento della Main Stand i reds sono imbattuti e hanno segnato più goal di qualsiasi squadra in casa nonostante vi abbiano disputato meno partite di tutti ( unica squadra ad aver giocato tra le mura amiche 8 volte). Venendo alle formazioni Klopp non dovrebbe variare l’11 titolare visto che in conferenza ha escluso la possibilità che Coutinho e Matip possano partecipare alla contesa. Origi dovrebbe guidare il reparto avanzato nonostante la buona condizione di Sturridge, Wijnaldum dovrebbe a sua volta essere confermato in mezzo al campo con Can, recuperato da poco, ancora non in condizione da garantire i 90 minuti. Mignolet sarà di nuovo tra i pali dopo le buone prestazioni da quando è stato rispolverato dall’armadio. 

Adam Lallana speriamo confermi il suo periodo di forma...

Adam Lallana speriamo confermi il suo periodo di forma…

Per quanto riguarda i citizen le assenze riguardano in particolare il reparto difensivo con Sagna o Kolarov che saranno costretti ancora una volta ad adattarsi come centrale di difesa. In avanti va molto meglio e la scelta è ampia visto il rientro di Aguero dalla squalifica e il ritorno in pianta stabile di Yaya Toure.

Ecco le possibili formazioni:

Liverpool: Mignolet, Clyne, Klavan, Lovren, Milner, Henderson, Wijnaldum, Lallana, Firmino, Mane, Origi.

Man City: Bravo, Sagna, Otamendi, Kolarov, Clichy, Fernandinho, Toure, Sterling, De Bruyne, Silva, Aguero.

Lo scorso anno la partita terminò 3 a 0 per gli uomini in rosso, una settimana prima il City aveva sconfitto ai rigori proprio il Liverpool nella finale di League Cup. Servirà una partita perfetta che dimostri una volta per tutte che il Liverpool è tornato grande ed è pronto a lottare per i vertici del calcio nazionale ed internazionale, che sta nascendo un nuovo ciclo che si poggia su basi solide, su di una squadra ed un manager attorno ai quali si stringe unito e forte un intero mondo red, per cui domani, alle 18 e 30 lasciate perdere i tavoli imbanditi, smettete di cuocere cotechino e lenticchie, posate da una parte panettoni e spumanti vari e sedetevi davanti alla televisione, stringetevi attorno a Klopp e a quegli 11 fortunati che scenderanno in campo e tifate come ogni volta che vedete quelle maglie in rosso.

La festa può attendere.

Adesso si combatte.

di Jacopo Orofino

Comments

comments